“Una Stella per Marta” sabato 26 novembre a Roma

Pubblicato il autore: Loredana Falduzza Segui

stella1
Lavinia Bonessio parteciperà a “Una Stella per Marta”, l’evento di scherma che dal 2000 ricorda “la figura di Marta Russo, la sfortunata studentessa e campionessa di fioretto uccisa tragicamente nel 1997 all’Università di Roma La Sapienza”, si legge sul sito internet ufficiale della Federazione italiana pentathlon moderno. Lo stesso trofeo è stato conquistato in passato da Valentina Vezzali, Giovanna Trillini, Elisa Di Francisca, Arianna Errigo, Aldo Montano e altri olimpionici della scherma. La pentatleta azzurra Lavinia Bonessio “sfiderà a viso aperto niente meno che il marito, Paolo Pizzo, campione del mondo e argento olimpico di spada. Sarà la prima volta di una sfida tra due coniugi in un evento schermistico e i due campioni hanno annunciato che non si risparmieranno una volta saliti in pedana”, fanno sapere dallo stesso sito web della Fipm. L’evento è in programma sabato 26 novembre, a Roma. In gara anche Di Francisca, Garozzo, Berrè e Samele.

Intanto, sempre a Roma, nel Salone d’onore del Coni, si è tenuta la XVII Assemblea ordinaria elettiva della Federazione italiana pentathlon moderno. Si sono presentati 202 delegati, tra società, atleti e tecnici: numero complessivo dei voti pari a 793. Due i candidati alla presidenza, Fabrizio Bittner e il presidente uscente Valter Magini. Bittner, con 455 preferenze, il 57,3 per cento, è stato eletto presidente della Fipm. Magini ha ottenuto 338 voti, il 42,7 per cento. Dopo l’elezione del presidente sono stati eletti i 10 consiglieri federali – 7 in quota dirigenti, 2 in quota atleti e 1 in quota tecnici – e il presidente del Collegio dei revisori dei conti. Bittner, nativo di Asti, 52 anni, diplomato Isef all’Università di Torino, imprenditore, è entrato nel mondo della dirigenza sportiva con la Junior pentathlon Asti negli anni Ottanta. Dal 2001 e 2003 è stato componente del Conisglio Federale della Fipm. Dimessosi dal ruolo per incompatibilità con altro incarico, nel 2008 è stato rieletto nel Consiglio federale della Fipm. La dichiarazione del nuovo presidente federale, Bittner, riportata dal sito internet della Fipm: “Sono grato a tutte le componenti del nostro mondo che hanno sposato il mio progetto elettorale e da domani stesso inizierò a lavorare alacremente per rispettare il programma ellettorale che ho condiviso con tutte le società in questi mesi di campagna elettorale. Ringrazio Valter Magini per il lavoro svolto in Federazione e tutti i consiglieri federali. Il pentathlon moderno avrà sicuramente una guida che lo porterà sempre più ad ottenere grandi traguardi”. L’elenco dei presidenti dal 1940 a oggi: Gaspare Pasta, Carlo Simonetti, Giulio Onesti, Gianuario Carta, Alberto De Felice, Alfonso Picone, Maurizio Andreozzi, Lucio Felicita, Luciano Buonfiglio, Valter Magini, Fabrizio Bittner.

Infine, nei giorni scorsi si è svolto a Roma il Campionato italiano assoluto invernale “open” di triathlon, nuoto e combined, e tetrathlon, scherma, nuoto e combined, maschile. In gara sessanta pentatleti, in palio due titoli nazionali. Auro Franceschini ha vinto il titolo di triathlon con 930 punti e quello di tetrathlon con 1160 punti. Nella prova di triathlon, secondo Alessandro Colasanti con 922 punti, terzo Fabio Poddighe con 914 punti. Nella competizione di tetrathlon, invece, secondo Poddighe con 1159 punti, terzo Daniele Colasanti con 1154 punti. A squadre, il Cs Carabinieri, con Auro Franceschini, Alessandro Colasanti e Matteo Cicinelli, si è aggiudicato il titolo di triathlon con 2733 punti e quello di tetrathlon con 3433 punti.

  •   
  •  
  •  
  •