Sci: Sofia Goggia seconda al SuperG di Cortina d’Ampezzo

Pubblicato il autore: Simone Satragno Segui

Ancora un secondo posto per la bergamasca Sofia Goggia. Sulla pista di Cortina la campionessa di Città Alta ha replicato l’ottima prestazione di sabato. E’ di nuovo Sofia Goggia a far sognare gli amanti dello sci. La giovane atleta è infatti arrivata seconda nel supergigante di Cortina sull’Olympia delle Tofane dove splende il sole e la pista è tirata a lucido. Nel superG veloce quasi come una discesa vince la slovena Ilka Stuhec, designata ormai come l’erede di Tina Maze, ma Sofia è ancora sul podio grazie ad una prova di coraggio e calcolo. E’ il nono podio stagionale per la bergamasca di 24 anni, il 26/o per l’Italia. Ha vinto dunuqe, in 1’19″81, in una gara tracciata da un tecnico statunitense in maniera estremamente veloce e molto simile a una discesa, la slovena Stuhec, 26 anni, al quinto successo stagionale. Ecco le sue parole a caldo:

«E’ stata una bella gara, con un altro bel podio. Ma oggi non ho spinto al massimo, mi sono tenuta una po’ di margine, anche perché non è facile tornare in pista dopo che negli ultimi due SuperG ero uscita. Ho sciato ma non mi sono spinta al limite, arrivavo da un gennaio difficile, sono uscita negli ultimi due superG e un po’ inconsciamente ho fatto calcoli. La Goggia di una volta non l’avrebbe fatto. Comunque nove! Ho raggiunto il record di Deborah Compagnoni come numero di podi, sono felice di questo risultato, ho ancora margine e spero di poterlo togliere. Adesso torno a casa, riposo tre giorni e mi preparo per i Mondiali».

Niente vittoria, ma un ottimo secondo posto. Stavolta non è stata la solita Lara Gut a negarle la prima vittoria in carriera, ma la slovena Ilka Stuhec che ha spinto in modo impeccabile nell’ultima parte della pista guadagnando 31 centesimi sull’azzurra. Sul terzo gradino del podio l’austriaca Anna Veith. Sofia Goggia eguaglia così il record della Compagnoni di nove podi stagionali. La nuova regina di Cortina è quindi la slovena Stuhec, al quinto trionfo, il primo in supergigante, che ha preceduto la Goggia di 31 centesimi. Ottimismo in casa Austria per il terzo posto di Anna Fenninger, sposata Veith, dopo un’assenza di quasi due anni e un bruttissimo infortunio al ginocchio.  Fuori la vincitrice della discesa, Lara Gut, che è caduta: la svizzera ha preso una botta alla coscia destra e verrà valutata solo nelle prossime ore. Incrociamo le dita per lei. Non molla invece Mikaela Shiffrin, che piazza una zampata importante, arrivando ad un buon quarto posto in superG, così da allungare di 80 punti sulla Gut nella classifica generale. A tallonare le due prime della classe Sofia Goggia, terza a 789.

Lindsey Vonn ha alzato il piede finendo solo 12esima: «Sono uscita intera e questo è già importante prima dei Mondiali». La stella americana rende omaggio alla sua amata compagna di squadra. Le altre azzurre: Elena Curtoni si è piazzata in ottava posizione; Federica Brignone è giunta 15esima, Verena Stuffer è 17esima, Johanna Schnarf 18esima, Francesca Marsaglia 22esima e infine Marta Bassino 23esima. Fuori dai punti Elena Fanchini, Anna Hofer e Nicol Delago.

  •   
  •  
  •  
  •