Australian Open: Dimitrov sopravvive mentre Kyrgios avanza d’autorità contro Troicki

Pubblicato il autore: Giacomo Corsetti Segui


Dimitrov cerca di perdere in tutti i modi contro MacDonald ma alla fine sopravvive al quinto set per 8-6 e prosegue la sua strada agli Australian Open. Al terzo turno affronterà il russo classe ’97 Andrey Rublev che ha superato in quattro set il sempre ostico Baghdatis, superando un altro grande esame di maturità dopo il primo turno contro lo spagnolo Ferrer. Ottima prestazione invece Kyrgios che supera in tre set un nervoso Troicki per 7-5 6-4 7-6. Prossimo avversario del beniamino di casa, Tsonga.

Dimitrov vs MacDonald 4-6 6-2 6-4 0-6 8-6

Alla fine Dimitrov non ce l’ha fatta. Ci ha provato in tutti i modi la testa di serie n. 3 a perdere contro il giovane americano MacDonald, ma alla fine la sostanziale maggior classe del bulgaro e la stanchezza mista a inesperienza dell’americano hanno fatto la differenza. Un match che Dimitrov ha dovuto recuperare due volte. Prima risalendo dal set di svantaggio del primo parziale e poi riprendendo in mano un’inerzia che dopo il terzo set vinto a fatica per 6-4 sembrava aver avviato il match verso una conclusione logica. Invece MacDonald – uscito applaudissimo dalla Rod Laver Larena ed encomiabile il suo carattere – hanno approfittato della valanga di gratuiti di Dimitrov nel quarto parziale per piazzare un clamoroso bagel. Un 6-0 che ha fatto da preambolo alla maratona del quinto set, conclusosi 8 giochi a 6. Se questo sarà il Dimitrov anche del terzo turno degli Australian Open, contro il sempre più pimpante Rublev sarà davvero dura.

Kyrgios vs Troicki 7-5 6-4 7-6

Continua l’effetto Brisbane su Nick Kyrgios. Vittoria di grande sostanza oggi quella dell’australiano contro il serbo Troicki per tre set a zero. Dopo due set dominati e chiusi per 7-5 6-4, il serbo – particolarmente nervoso oggi – è salito di livello nel terzo parziale costringendo Kyrgios al tie-break, poi dominato da quest’ultimo. Concentrato e sciolto come non siamo mai stati abituati a vederlo, l’australiano attraverso i consueti colpi di classe e di genio non ha mai dato l’occasione all’insidioso serbo di mettere in discussione un match che lo proietta verso un terzo turno di Australian Open contro Tsonga.

Rublev vs Baghdatis 6-4 6-7 6-2 6-4

Altro esame di maturità superato per Rublev che accede al terzo turno degli Australian Open dopo aver avuto ragione dell’esperto cipriota Baghdatis (che agli Australian Open fece finale nel 2006). Aggressivo e sempre concentrato il giovane russo che ha chiuso in quattro set un match che lo ha visto fare sempre almeno sei game a set. A testimonianza di come la sua prestazione sia stata di ottimo livello. Dopo Ferrer quindi un’altra vittoria di sostanza contro un “vecchietto” del circuito che evidenzia come la mentalità sia quella giusta. Adesso terzo turno da palati fini contro Dimitrov. E se il bulgaro dovesse essere quello visto questa sera, lo spazio per una sorpresa potrebbe essere molto ampio.

  •   
  •  
  •  
  •