Tennis, Fabbiano sconfitto nell’Atp di Dubai. Cecchinato eliminato a San Paolo (Video Highlights)

Pubblicato il autore: Mattia Orlandi Segui

Fabbiano
Giornata amara per i colori azzurri nel circuito maggiore maschile. Nell’Atp 500 di Dubai Thomas Fabbiano viene sconfitto dal serbo Filip Krajinovic, testa di serie n°7, il quale si impone per 0-6 6-2 6-2 in un’ora e cinquantasette di gioco, raggiungendo il secondo turno dove sfiderà la wild card cipriota Marcos Baghdatis. A San Paolo, Atp 250, Marco Cecchinato perde il confronto contro il qualificato austriaco Sebastian Ofner, che vince con il punteggio di 6-3 6-3 in un’ora e tre minuti; nel secondo turno affronterà l’uruguaiano Pablo Cuevas, n°3 del seeding.

Filip Krajinovic b. Thomas Fabbiano 0-6 6-2 6-2

A livello Atp è il primo incontro tra i due, mentre si sono incontrati a livello Challenger a Guangzhou (cemento) e vinse Fabbiano in due set. Partenza sprint per l’azzurro nel primo set, che è davvero ottimo in risposta e strappa per due volte consecutive la battuta al serbo, dopo che nel primo game ha concesso una palla break, dominando soprattutto sulla diagonale del rovescio. La chiusura è a dir poco stellare per Fabbiano, togliendo per la terza volta il servizio a Krajinovic e chiudendo il set con una palla corta vincente: 6-0 in appena 24′

Il secondo parziale vede il serbo alzare un po’ il livello di gioco e si procura subito due chance di break, sfruttando la seconda occasione. Ora il match è molto intenso, in quanto sia Fabbiano che Krajinovic giocano al massimo delle loro possibilità: l’azzurro è costretto a salvare due palle del doppi break e rimane agganciato al serbo. Nel quarto game Fabbiano prova a riagganciare l’avversario ma quest’ultimo riesce a tenere il servizio con un doppio ace; nel quinto Krajinovic mette l’ipoteca sul secondo set, andando sul 4-1 e chiudendo però a fatica, al quinto set point, per 6-2 in 50′.

Nel set decisivo Fabbiano polemizza con il giudice di sedia nel primo game, sul 40-40, per un punto vinto ma fatto rigiocare dopo l’intervento dell’occhio falco ma riesce comunque a tenere la battuta. Per il resto entrambi continuano a giocare ad alto livello, anche se l’azzurro cala il rendimento del servizio e concede due palle break a Krajinovic, il quale sfrutta la seconda e si porta avanti. Nel sesto game Fabbiano con ottime risposte risale dal 40-0 al 40 pari ma il serbo si salva grazie al servizio; arriva poi, come nel secondo parziale, il doppio break e chiude ancora per 6-2, al secondo match point, in 43′. Grande partita dell’azzurro, che ha giocato bene e realizzando molti vincenti nonostante il punteggio sia severo dopo un grande primo parziale. Prima di lasciare il campo, i due si sono confrontati e chiariti su alcune chiamate dubbie durante il match (VIDEO).

GLI HIGHLIGHTS

Sebastian Ofner b. Marco Cecchinato 6-3 6-3

Quello odierno è il primo confronto tra i due. Nel primo parziale i primi game scorrono via piuttosto rapidi e nessuno concede molto sul proprio servizio; nel settimo game l’equilibrio si spezza e l’azzurro cede la battuta alla seconda chance di break concessa. Nel nono Cecchinato serve per rimanere nel match ma Ofner gli strappa nuovamente la battuta e conquista il set per 6-3 in 27′.

Il secondo set vede l’austriaco riprendere da dove aveva lasciato: ottiene il break a zero nel secondo game e continua a martellare l’azzurro, che nel sesto game concede una chance del doppio break ma riesce a salvarsi. Per la prima volta Ofner ha un calo sul proprio servizio e nel nono game non sfrutta i primi due match point, salvo poi chiudere al terzo ancora per 6-3 in 36′.

  •   
  •  
  •  
  •