Sara Errani squalificata 10 mesi per doping: “Non so se tornerò a giocare”

Pubblicato il autore: Marco Verdelli Segui

(Photo by Michael Steele/Getty Images scelta da SuperNews)

E’ stata un’autentica mazzata per Sara Errani la squalifica per doping di 10 mesi comminata dal TAS dopo il ricorso di NADO Italia. Letrozolo, un modulatore ormonale e metabolico, questa la sostanza vietata che ha condannato la tennista azzurra, inizialmente fermata per 2 mesi poi tornata in attività in attesa della sentenza definitiva arrivata ieri.

Una botta tremenda per la Errani che ha commentato il verdetto con un post sui social in cui emerge tutta la sua amarezza per una sentenza che potrebbe anche anticipare l’epilogo della sua carriera: “Sono davvero nauseata da questa vicenda. Non credo sia mai successa una cosa del genere (…) Per otto volte mi hanno comunicato una data limite di uscita per poi rinviarla. Otto volte! Senza mai darmi la possibilità di vivere e di giocare con la serenità necessaria per questo sport. Questo aumento di squalifica di otto mesi lo trovo una vergogna. Non ho mai assunto nessuna sostanza dopante in tutta la mia vita, amo troppo questo sport per fare una cosa del genere.”

Nella conclusione del post, la Errani anticipa il possibile ritiro dall’attività agonistica: “Dopo aver già scontato sette mesi tra risultati tolti e periodo di inattività, ed essere ripartita da un ranking di 280, mi aggiungono ora, che ho rialzato sportivamente la testa, altri otto mesi di squalifica. Tutto questo è assurdo! Trovo, in tutta questa vicenda, una profonda ingiustizia e la voglio gridare a testa alta, perché so di non aver più niente da rimproverarmi. Non so se avrò la forza e la voglia di rigiocare a tennis dopo tutto questo.”

Il ritorno in campo della Errani è previsto nel prossimo febbraio. Sara ci ripenserà ?

  •   
  •  
  •  
  •