Ferrari 2020, basi ottime per un buon lavoro: dal rapporto tra i piloti alla nuova macchina

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

La Ferrari vuole partire con il piede giusto per la nuova stagione di Formula 1 2020 per cercare di abbattere lo strapotere delle Mercedes. Il campionato scorso ha sicuramente dato dei segnali sia positivi che negativi: soprattutto nella seconda parte dove la Rossa si è dimostrata molto competitiva sia in qualifica che in gara. Aldilà di quella che sarà la macchina (presentazione programmata verso febbraio), la scuderia di Maranello sta ponendo le basi giuste per ripartire più forti rispetto a prima: partendo dal rapporto tra i due piloti Leclerc e Vettel fino al lavoro costante da parte di tutti (Binotto in primis).

potrebbe interessarti ancheFerrari, presentata la nuova SF1000 di Vettel e Leclerc per il mondiale 2020

LECLERC E VETTEL: UN RAPPORTO (PER ADESSO) TRANQUILLO – Nella storia della Ferrari non è mai capitato di ritrovarsi di fronte ad un contesto dove vi erano soltanto due prime guide (forse solo nel periodo Mansell-Prost). Le polemiche dell’anno scorso con il famoso incidente in Brasile poteva far rovesciare il bicchiere, ma nonostante ciò la coppia rimane confermata anche per questa stagione. Le parole scherzose di Leclerc hanno sicuramente fatto capire che il rapporto interno al team è momentaneamente buono, ma in formula 1 si sa: a parole è un conto, con la visiera giù è una cosa ben diversa. L’obbiettivo è sicuramente quello di fare bene: alla fine si parte tutti da zero punti e in base a quello che sarà l’esito del campionato, verranno prese le dovute decisioni per quanto concerne le gerarchie in pista. Pressioni? Assolutamente no, sia da parte del predestinato che dal tedesco quattro volte campione del mondo. Alla cena di Natale abbiamo riscontrato anche un Sebastian Vettel molto tranquillo: con la consapevolezza che, macchina permettendo, ha tutte le carte in regola per giocarsi un ruolo da protagonista in una stagione sicuramente importante prima del famoso cambio dei regolamenti: in programma tra due anni (più precisamente nel 2021).

potrebbe interessarti ancheFormula 1. Svelata a Reggio Emilia la Ferrari SF1000

L’OTTIMISMO DI MATTIA BINOTTO, MA PIEDI PER TERRA SOTTO TUTTI I PUNTI DI VISTA – Il team principal Mattia Binotto è ottimista su quella che sarà la nuova Ferrari 2020: una monoposto più forte rispetto all’ultima con, ovviamente, tutte le correzioni necessarie. Ecco le sue parole durante la cena di Natale: “Velocità e affidabilità: queste dovranno essere la base della nostra nuova Ferrari, in modo da ottenere tanto carico e potenza. Per raggiungere tale obbiettivo è chiaro che serve lavorare tanto qui a Maranello. Contando che nell’ultima gara in Abu Dhabi gli altri (Mercedes e una Red Bull che molti etichettano come una probabile pretendente per la lotta al titolo) sono stati molto più veloci di noi, e di conseguenza c’è un distacco da colmare assolutamente se vogliamo competere per i primi posti. La concentrazione è molto alta in contesti così grandi come quello della Formula 1: anche provando delle nuove innovazioni in termini tecnici. Non serve accontentarsi in queste circostanze. La stagione scorsa è stata molto impegnativa sotto tutti i punti di vista: risultati, gestione dei piloti e anche le vicende sponsor. Solo vivendo queste cose in prima persona ci si rende conto della grandezza di un contesto così delicato come questo”.

notizie sul temaFormula 1, Ferrari: Reggio Emilia si tinge di rosso per la presentazione della nuova SF1000Ferrari F1 2020, dove vedere presentazione in tv e streaming martedì 11/02Formula 1, Coronavirus: cancellato il gp di Formula E, a rischio anche la Formula 1.
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: