Italiane, road to Europe

Pubblicato il autore: Jacopo Chiodo Segui

champions-league-europa-league

Finalmente ci siamo, l’alchimia che rende magiche queste serate, il fascino, il prestigio, il profumo delicato, soave, delle notti Europee è già nell’aria. Il biglietto da visita, Roma-Real Madrid, Mercoledì alle 20:45, all’Olimpico arrivano i Blancos di Zidane, orfani di Bale ma con un Cristiano Ronaldo in grande spolvero, a caccia del goal numero dodici in questa edizione della Champions League.
Giallorossi ritrovati dopo il cambio in panchina, una Roma diversa quella vista nelle ultime settimane, capace di trovare quattro successi consecutivi che hanno ridato fiducia ed entusiasmo ad un ambiente scarico, deluso, consapevole che questa, per la Roma, sarà una stagione diversa da quella pianifica, sognata, ad inizio stagione. Tutti motivi per cui, la sfida con il Real Madrid vale molto di più di un semplice passaggio del turno, cosa che dalla Roma, questa Roma, non si può pretendere. L’occasione è di quelle da non lasciarsi sfuggire, la pressione sarà tutta sulle spalle del Real e i giallorossi, avranno un compito fondamentale, far tornare i propri tifosi ad essere orgogliosi di amare questi colori, di amare la Roma.

potrebbe interessarti ancheTerza sosta per la serie A: la situazione dopo 12 giornate

A contendersi un posto nella prossima Champions League, proprio con i capitolini, la Fiorentina, che Giovedì ospiterà al Franchi una delle grandi rivelazioni della Premier League, il Tottenham. La squadra di Pochettino dopo il successo nel weekend sul campo di un irriconoscibile Manchester City, ora al secondo posto in concomitanza con l’Arsenal di Wenger, sta vivendo un momento magico, sempre vincente nelle ultime sette gare ufficiali.
Se per gli Spurs l’ultimo turno di campionato ha dato un ulteriore consapevolezza della propria forza, lo stesso si può dire per la Viola, battuta l’Inter, gli uomini di Sousa sono tornati a volare dopo il passo falso di Bologna, consolidando il terzo posto.

Chi l’anno scorso ha meritatamente raggiunto la terza piazza del campionato è la Lazio, nettamente involuta la squadra di Pioli rispetto alla bellissima annata passata. Biancocelesti depressi, svuotati dalla precoce eliminazione dalla Champions, un contraccolpo pesante che ha difatti smorzato l’entusiasmo e le certezze di una squadra, incapace di dare continuità a risultati e prestazioni ma che in Europa League, ha sempre riposto presente, nonostante il clima freddo e ostile che accompagnato la squadra fino a qui, ai sedicesimi di una competizione a cui i biancocelesti hanno dimostrato di tenere, cosa da dimostrare ulteriormente alla Türk Telekom Arena, il Galatasaray non è certamente un cliente dei più semplici e l’atmosfera da quelle parti è notoriamente rovente, ma la Lazio, sebbene decimata nel reparto difensivo può contare su un recuperato Candreva e soprattutto un Felipe Anderson apparso in grande crescita nella gara casalinga vinta contro il Verona, troppo importante il Brasiliano nell’economia del gioco della Lazio, da titolare o a partita in corso gli si chiede solo una cosa: tornare a fare la differenza.

potrebbe interessarti ancheJuventus, ecco perchè non è mai esistito il ” Caso Ronaldo”

Grande curiosità anche intorno al Napoli, la sconfitta, bruciante contro la Juventus è ancora inevitabilmente, una ferita aperta, gli azzurri sono chiamati a reagire immediatamente al Madrigal, il Villareal è un avversario alla portata della squadra di Sarri, anche in virtù del disarmante girone di qualificazione giocato da Higuain e comapagni, sei vittorie in altrettante gare, ventidue gol fatti e solo tre incassati, numeri da grande squadra. Il progetto d’internazionalizzazione del brand Napoli, voluto da De Laurentis passa anche da qui, gli azzurri dopo la semifinale persa lo scorso anno contro il Dnipro, in attesa di giocare la Coppa Campioni il prossimo anno, devono continuare a fare bene in Europa League ma soprattutto tornare a sorridere e a vincere, per dimenticare al più presto lo Juventus Stadium.

notizie sul temaNapoli, dopo Allan, è stato colpito anche Zielinski. Chi sarà il prossimo?Juventus-Milan 1-0 (Video Gol Highlights): Dybala entra in campo e decide la partita. Bianconeri di nuovo in vettaLazio – Lecce 4-2: poker bianco-celeste, Inzaghi aggancia il Cagliari al 3 posto
  •   
  •  
  •  
  •