Pistoiese, la tattica di Paolo Indiani

Pubblicato il autore: Marco Bartolomei Segui

Nel campionato di serie C  girone A , la PISTOIESE é la squadra del momento : testa della classifica con 6 punti frutto di 2 vittorie su 2 incontri e una partita in meno. Tre gol fatti e uno subito. Tutti i gol segnati dal bomber FRANCO FERRARI “Il Loco” . L’italo argentino( di proprietà del Genoa, lo scorso anno con i neroverdi del Tuttocuoio dove in 12 partite mise a segno 7 reti ) 22 anni compiuti in agosto, é la grande rivelazione.
Domenica scorsa siglo’ la rete che permise agli arancioni di battere il Monza, ieri sera, nell’anticipo con l’Arezzo é stato il migliore uomo dei 22 in campo realizzando una doppietta ( il primo gol su rigore e il secondo su azione manovrata allo scadere dell’incontro). L’olandesina pero’ non é solo Ferrari ; In porta ha Zaccagno portiere 20 anni titolare della nazionale Under 20, l’esterno di fascia Mulas, Priola, Nossa , Zullo, Rossini , difensore centrale con passati a Genova (sponda Samp e Sassuolo), Papini esperto centrocampista (con trascorsi in B con Pescara,Ternana e Carpi, poi C con Lecce e Matera) Surraco, uruguaiano con trascorsi in A nell’Udinese e poi Torino, Ternana… Regoli, con trascorsi in C Pontedera e Livorno e B con Avellino.  Luperini ex pupillo di mister Indiani ex pontedera e Cremonese. Hamlili, cercato un po’ da tutti durante il mercato estivo, grande centrocampista, Poi c’è De Cenco, l’ultimo acquisto, bomber navigato ex Pordenone, Pontedera(era desiderato da tutta la C ed anche da qualche squadra di B)…quindi altri giovani di prima fascia venuti da squadre della massima serie.
E il condottiero ? Già, mister Paolo Indiani allenatore navigato, con alle spalle campionati con Crotone Perugia, Lucchese,Massese,Pontedera… é lo Spalletti della serie C. Grande stratega, ottiene sempre il massimo dai giocatori. Sacchiano convinto fa del possesso palla la sua arma micidiale. Non ama sentir parlare di 4-3-3 o 3-5-2.
Quest’anno a Pistoia tra non poche difficoltà ha iniziato la preparazione con 10 giocatori (facevamo partitelle di 5 contro 5 ha dichiarato  ad Arezzo Channel) Ieri sera ad Arezzo la sua creatura lo ha veramente sorpreso- ha dichiarato nel dopo partita. Non avrebbe mai pensato che la squadra (che ancora non è) mancante di uomini come De Cenco, Papini e Rossini, potesse giocare come ha fatto allo stadio Città di Arezzo da dove é uscita vincendo 1-2 . Ai giornalisti  locali che gli chiedevano come aveva visto l’ Arezzo, ha risposto che si aspettava un’altra reazione dopo il pareggio dei suoi uomini, ma noi ha continuato Indiani- abbiamo avuto un possesso nettamente superiore- ed è questa la chiave di lettura dell’incontro.
Ma allora , puo’ essere una semplice casualità che una squadra , oltretutto in trasferta e contro una delle favorite, abbia sfoggiato forza fisica , classe e possesso palla? Quel volpone di Paolo Indiani, gioca sul fatto che molti non conoscono il valore dei suoi giocatori!!! Lui invece conosce alla perfezione lo strumento che deve suonare…ma…continua a BLEFFARE !!!!

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: