Squalifica Evra: non potrà giocare nelle competizione europee fino a giugno

Pubblicato il autore: Giovanni Esposito Segui

Giovedì scorso Patrice Evra ha colpito un tifoso del Marsiglia con un calcio al volto prima del match di Europa League tra l’Olympique e il Guimaraes. Oggi è arrivata la decisione della Uefa sulla squalifica che dovrà scontare il calciatore francese.

Evra ed il calcio ad un tifoso. L’ex calciatore della Juventus Patrice Evra, durante il match di Europa League tra Vitoria Giumares e Marsiglia, ha perso la testa e ha dato un calcio in faccia ad un tifoso che durante il riscaldamento ha contestato il difensore francese. Il sostenitore dei francesi ha contestato pesantemente la squadra per tutta la durata del riscaldamento e, una volta finito, il difensore si è avvicinato per chiedere spiegazioni. La tensione sale e i tifosi del Marsiglia scavalcano le recinzioni e vanno faccia a faccia coi calciatori e li succede il fattaccio: preso da un momento d’ira dopo tutte gli insulti ricevuti Patrice Evra sferra un calcio al tifoso colpendolo al volto e l’arbitro espelle prima del match il calciatore. Il giorno dopo il Marsiglia comunica la rescissione del contratto con Evra che ha pagato a caro prezzo la reazione avuta con quel tifoso.

La sentenza della Uefa: Evra squalificato fino a giugno 2018. Oggi è arrivata anche la decisione ufficiale della Uefa sul caso Evra: il difensore francese non potrà prendere parte alle competizione europee fino a Giugno 2018 e dovrà anche pagare una multa di 10mila euro. Anche il Marsiglia è stato multato e dovrà pagare entro 30 giorni tutti  i danni provocati dai sostenitori dei francesi. Una sentenza “leggera” quella rimediata dal francese siccome la squalifica poteva essere ancor più pesante: il calcio di Cantona fu sanzionato con 2 anni di carcere, poi ridotti a 120 ore di servizio civile oltre alla squalifica di 9 mesi che costò all’ex campione la nazionale.

  •   
  •  
  •  
  •