Serie B, Palermo campione d’inverno: numeri e curiosità

Pubblicato il autore: nicola bargione Segui

potrebbe interessarti ancheSerie B: Novara e Catania possono sognare il ripescaggio

Arrivati al giro di boa del campionato cadetto, il Palermo, con i suoi 39 punti, si trova in testa alla classifica, davanti al Frosinone, distanziato di due punti e a ben cinque dall’Empoli che occupa la terza posizione.
L’inizio della stagione non era partito sotto i migliori auspici, a causa di una retrocessione annunciata dalla serie A, i dissapori fra la presidenza Zamparini e i tifosi (che tutt’ora proseguono), ma soprattutto l’arrivo a Giugno del Semi sconosciuto allenatore Bruno Tedino, che aveva perso i play off in lega pro con il Pordenone, e del DS Lupo proveniente da Teramo. Le conferme di alcuni giocatori, ritenuti colpevoli di uno scarso rendimento nella scorsa stagione ( Jajalo, Posavec e  Chochev su tutti) e l’arrivo dalla Polonia di tre giocatori ( Sziminski, Murawski e Dawidowicz) visti inizialmente con grandissima indifferenza che avevano fatto storcere il naso alla piazza. Oggi, tutti questi elementi  sono i punti cardine di una squadra che sta facendo innamorare una città che aveva perduto entusiasmo. I veri colpi del mercato estivo, sono state le conferme di Rispoli e Nestorovski: due giocatori che in serie B stanno facendo la differenza, uniti all’ esperienza e alla tecnica di Coronado, l’arrivo di Bellusci dall’Empoli e al ritorno in rosanero di Alijaz Struna, che dopo all’esperienza al Carpi è diventato un difensore di categoria superiore, come dichiarato anche Tedino stesso.
Quello che risalta di più, sono i numeri di questa squadra: nessuna sconfitta in trasferta, dove ha raccolto ben 18 punti su 39 totali, grazie a 4 vittorie e 6 pareggi ( se non è record, poco ci manca). Fra le mura amiche del ” Renzo Barbera”, invece, ha raccolto 21 punti punti, però ha conosciuto la sconfitta: infatti le uniche due partite perse in campionato sono state quelle con Novara e Cittadella. Ben 30 sono i gol fatti, mentre condivide con il Parma, il merito di avere la migliore difesa del torneo, con solamente 17 reti subite.
I numeri sopracitati, sono frutto di 21 battaglie dove molto spesso i rosa si trovavano in emergenza a causa di infortuni, convocazioni nelle nazionali e defezioni di vario genere. Il gruppo del Palermo ha un grande spirito di sacrificio: l’emblema di tutto questo è stato quando Tedino è stato costretto a schierare Coronado ( trequartista di ruolo) fra i tre mediani del centrocampo a causa della penuria di giocatori in quella zona del campo. Quella mossa si è rivelata azzeccata e adesso sembra essere diventata una variabile tattica molto interessante.

potrebbe interessarti ancheRipescaggi Serie B: Catania pronto a subentrare a Cesena o Bari

Girando a quota 39 anche nel girone di ritorno, la quota per le prime posizioni potrebbe agirarsi fra i  78 e gli 80 punti, però è prestissimo per parlare. Magari non si batterà il record della stagione 2013/2014 di Iachini, che raggiunse gli 86 punti sempre con il Palermo, e in quella stagione i rosanero furono campioni d’inverno con 40 punti.
A fine stagione, probabilmente non ci saranno i 10 punti di vantaggio sulla terza in classifica, come pronosticato da Zamparini in estate, ma si dovrà ripartire il 20 gennaio dalla sfida allo Spezia con un buon bottino in classifica, in attesa di arrivare al 18 maggio con la serie A in tasca, con qualsiasi punteggio perchè questa squadra e la città di Palermo in toto meritano la serie A.

notizie sul temaAscoli, l’allenatore Vivarini si presenta: “Saremo una grande squadra”PALERMO, ITALY - APRIL 30: Nene' oif Bari celebrates with teammates after scoring the equalizing goal during the serie A match between US Citta di Palermo and AS Bari at Stadio Renzo Barbera on April 30, 2018 in Palermo, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)Ripescaggi Serie B: Siena, Ternana e Pro Vercelli candidate a subentrare a Bari e AvellinoSerie B: Bari e Cesena ufficialmente escluse dal campionato
  •   
  •  
  •  
  •