Record Miura: a 50 anni rinnova con lo Yokohama

Pubblicato il autore: antoniopilato Segui
Kazu Miura

Kazu Miura

 

Kazuyoshi Miura non molla, anzi rilancia. All’età di 51 anni (li compirà il prossimo 26 febbraio), il calciatore giapponese ha deciso di rinnovare il suo contratto con lo Yokohama FC, club della seconda divisione di J-League.

Per l’ex attaccante del Genoa (21 presenze e 1 goal nel 1994/1995) si tratta della 33esima stagione della sua carriera, che lo consacra ancor di più come giocatore più longevo della storia del calcio mondiale.

Già lo scorso marzo si era appropriato di questo primato, giocando una partita professionistica, all’età di 50 anni e sette giorni, superando il record di longevità della leggenda inglese Stanley Matthews.

Una vera e propria forza della natura, capace di tenersi in forma ad un’età decisamente inconciliabile per l’attività agonistica ad alti livelli, ma la passione smisurata per questo sport lo ha portato laddove nessuno è era mai arrivato prima d’ora.

Un record che almeno per un po’ di tempo difficilmente verrà battuto visti i ritmi e i “vizi” della società contemporanea.

Andando a ritroso non ci sono altri calciatori come Miura e Matthews che hanno superato i 50 anni, ma di “temerari” over 40 si, anche in Italia. I primi che balzano alla mente sono Marco Ballotta e Andrea Pierobon, che hanno calcato i campi professionistici fino a 44 anni e 46 anni.

L’ex portiere della Lazio, ha inoltre il record di essere il portiere più longevo della Champions League (disputata proprio coi biancocelesti nel 2007), mentre l’estremo difensore di lungo corso del Cittadella è il recordman del campionato cadetto.

Passando ai calciatori di movimento Ryan Giggs, Javier Zanetti, Paolo Maldini e Alessandro Costacurta (più noto come Billy) hanno appeso le scarpette al chiodo all’età di 41 anni, dopo aver conquistato praticamente ogni trofeo.

Alla base dei loro successi e soprattutto della loro longevità, c’è uno stile di vita sano senza troppi eccessi misto a tanti sacrifici; valori decisamente rari da trovare nel calcio attuale.

  •   
  •  
  •  
  •