Balotelli in Nazionale, altro no da Di Biagio: quando ci diranno la verità?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
FERRARA, ITALY - OCTOBER 10: Head coach Luigi Di Biagio of Italy U21 gestures during the international friendly match between Italy U21 and Morocco U21 at Stadio Paolo Mazza on October 10, 2017 in Ferrara, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Balotelli, ancora un no dall’Italia per Supermario. Non gioca una partita con la maglia dell’Italia dal 24 giugno 2014. Mondiali in Brasile, gli azzurri di Cesare Prandelli perdono 1-0 con l’Uruguay e vengono eliminati. Da allora di acqua sotto i ponti ne è passata parecchia. Balotelli ha cambiato tre squadre: dal Milan al Liverpool, di nuovo Milan e poi al Nizza. La Nazionale italiana ha cambiato tre commissari tecnici: Antonio Conte, Gianpiero Ventura e Gigi Di Biagio. Solo il primo ha convocato una volta Balotelli, ma un infortunio non lo fece scendere in campo. Conte non lo ha mai preso in considerazione, Ventura parlava di problemi disciplinari, Di Biagio dice che solo i gol non bastano per la Nazionale. Tante parole per girare intorno all’unica verità: lo spogliatoio azzurro non vuole Balotelli. Non è un mistero che proprio durante il mondiale brasiliano qualcosa tra Supermario e i senatori azzurri qualcosa si è rotto.

In quasi 4 anni mai nessun calciatore azzurro ha speso una sola parola per Balotelli. Anche perché i numeri delle ultime due stagioni a Nizza parlano chiaro: 58 presenze e 39 gol. La Ligue 1 francese non sarà il campionato più difficile del mondo, ma Balotelli si è fatto valere anche in Europa League. Di Biagio si è affrettato a chiarire che le porte di Coverciano non sono definitivamente chiuse per Supermario. Lo avevano detto anche i precedenti selezionatori azzurri. E Mario non gioca una partita con l’Italia da 3 anni e 9 mesi. Poco?

potrebbe interessarti ancheMondiali 2018, per il ranking Fifa la Croazia è la peggior finalista della storia

Balotelli, un ritorno in Italia per conquistare l’azzurro?

Balotelli, la serie A per riconquistare la Nazionale? Non perde occasione per ribadire il suo amore verso la maglia dell’Italia. Anche perché nell’ultimo decennio la sua doppietta alla Germania, agli Europei del 2012, è stata una delle vere poche luci azzurre. I gol segnati al Nizza non sono bastati per riportarlo a varcare i cancelli di Coverciano. Vedere gente come Cutrone, 20 anni e neanche 10 gol in serie A, convocato al posto suo non gli avrà fatto certamente piacere. Per tornare definitivamente a far parte del giro azzurro Balotelli ha forse solo una possibilità.

potrebbe interessarti ancheItalia, cosa fanno oggi i Campioni del Mondo a 12 anni dal trionfo

Mino Raiola è già al lavoro per far tornare Supermario in Italia. Il potente manager ne avrebbe già parlato con tutti i top club italiani, Milan a parte per il noto brutto rapporto con il diesse rossonero Mirabelli. Juventus, Napoli, Roma, Inter e Lazio, ogni pista può essere buona per celebrare il ritorno in Italia di Balotelli. Ma chi potrebbe fare davvero questa scommessa? La Juventus ha in Massimiliano Allegri uno dei pochi allenatori che ha fatto rendere con continuità Balotelli. Napoli è una piazza che stuzzica da sempre Supermario, che però dovrebbe adattarsi al calcio vangelico di Sarri. Anche le due squadre romane potrebbero essere un trampolino di rilancio, ma a patto che parta uno tra Dzeko e Immobile. Forse la Sampdoria potrebbe essere una piazza ideale. Genova ha rigenerato tanti calciatori in passato, tra cui anche Cassano. Il presidente Ferrero ha già parlato in passato della possibilità di portare Balotelli in blucerchiato. Mario si libererà a zero dal Nizza. Economicamente sarà un affare. Lui sa che per riabbracciare la Nazionale deve tornare a far bene in Italia. Dentro e fuori dal campo.

notizie sul temaMILAN, ITALY - DECEMBER 27: The scoreboard shows the use of the new VAR system during the TIM Cup match between AC Milan and FC Internazionale at Stadio Giuseppe Meazza on December 27, 2017 in Milan, Italy.La prima volta del VAR ai Mondiali? Italia-Francia 2006Nazionale, 12 anni dal trionfo azzurro di Germania 2006. Il ricordo di Lippi: “Ero certo di vincere”Giochi del Mediterraneo: la medaglia d’oro in staffetta di un’Italia multietnica
  •   
  •  
  •  
  •