Padova: situazione complicata dopo il ko di Cosenza

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui

Stagione complicata, quella del Padova, tornato in serie B dopo un purgatorio durato ben quattro stagioni: una di D (dopo il fallimento) e tre di serie C. Due settimane fa, l’esonero di Bisoli e la vittoria del nuovo mister Foscarini: 3-2 ad Ascoli all’ultimo tuffo, tra l’altro rovinando la festa per i 120 anni della società marchigiana. Tutto faceva pensare ad una riscossa della squadra biancoscudata, ed invece tutto è rapidamente rientrato, ed in modo molto pesante sia per il morale, che soprattutto per la classifica della squadra veneta. La settimana scorsa, esordio casalingo di Foscarini, ci si aspettava una vittoria, visto e considerato che il Carpi di Castori non navigava in ottime acque, anzi, praticamente le stesse del Padova. Invece è arrivata una sconfitta per 1-0: di misura, ma sempre una sconfitta. Fino ad arrivare alla gara di ieri a Cosenza, altra squadra pericolante. E’ arrivato un 2-1 per i calabresi, peraltro in rimonta. Desta molta delusione quest’ennesima sconfitta (la settima in quattordici gare, per la precisione), anche perché era stata la squadra di Foscarini, col rigore di Bonazzoli, a portarsi in vantaggio. Invece poi è arrivato il rosso a Mazzocco, il rigore del pari dei rossoblu (contestato invero dal Padova) e la doccia gelata (eufemismo) della rete della vittoria del Cosenza al terzo minuto di recupero: un bel colpo di testa di Garritano che ha regalato i tre punti alla squadra di Braglia, ora issata a quota 14, con due punti in più del Crotone e tre del Padova. Finisse oggi il campionato, il Cosenza sarebbe salvo. Ben altra aria si respira a Padova, dove in 14 gare solo due volte è stata ottenuta l’intera posta: in casa con il Venezia a settembre (che pare lontanissimo )e, appunto, ad Ascoli meno di un mese fa. A far tremare i polsi poi, il fatto che il Foggia abbia due gare in meno, Carpi e Livorno 1. A mettere benzina sul fuoco in una situazione molto difficile, ci si mette ora anche il calendario, visto che il Padova di Foscarini dovrà vedersela col Palermo in casa l’8 dicembre e a Lecce il 23. Quindi si affronterà il Benevento il 27 e poi si andrà a Livorno il 30 dicembre. Sarà importantissimo fare più punti possibile, prima che sia veramente troppo tardi. Certo, si sa: il campionato di serie B è molto difficile, ma alzi la mano chi pensava ad una situazione così tragica. Finisse ora il torneo, il Padova sarebbe ai playout: davvero troppo poco.

notizie sul temaAmichevoli Napoli 2019: calendario e orari delle prossime partite estive dei partenopeiAmichevoli Inter estate 2019, il calendario completo dei match dei nerazzurri: oggi si sfida il Manchester UnitedInter-Manchester United ICC 2019 streaming e diretta tv in chiaro? Dove vedere il match oggi 20 luglio
  •   
  •  
  •  
  •