Messi vs Van Dijk, il colosso di Breda riuscirà a fermare la pulga? Vediamo chi ci è riuscito

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

A general view of an Adidas Finale 18 Official Match Ball on the pitch

La semifinale di Champions League tra Barcellona e Liverpool ha il sapore di una finale anticipata. Le due squadre sono ai vertici dei rispettivi campionati, avendo in rosa campioni di grossa caratura tra i quali troviamo il calciatore più forte al mondo – forse di tutti i tempi – Leo Messi. Il cinque volte Pallone d’Oro sta disputando una stagione che lo potrebbe portare alla sesta vittoria del prestigioso trofeo individuale, ma in semifinale affronterà Virgil Van Dijk, difensore mai dribblato nel 2018. Ovvio, Leo non è il tipo di calciatore che si intimorisce difronte a certe statistiche, data la sua imprevedibilità e il suo sconsiderato talento, ma il colosso olandese dei Reds ha caratteristiche che potrebbero mettere in difficoltà il bomber argentino.

Partiamo dal presupposto che in queste ultime due stagioni, quando Messi non gira, il Barcellona è nei guai: possiamo ricordare la sconfitta rimediata dai catalani nel quarto di finale della passata stagione contro la Roma, quando un Messi decisamente opaco naufragò sotto i colpi della squadra capitolina, guidata in difesa dalla coppia Manolas-Fazio. I casi in cui il Barcellona non è stato all’altezza della situazione in Champions sono diversi negli anni e oltre alla debacle romana, c’è stato il clamoroso tonfo nelle semifinali di Champions della stagione 2012/13 con il Bayern Monaco (un 7-0 tra andata e ritorno per i bavaresi). Il quesito ora è uno solo: come si riesce a limitare un Messi in stato di grazia? In molti diranno che è quasi impossibile e in effetti pare esserlo, ma nel recente passato calcistico ci sono stati difensori che sono riusciti a limitare la pulga.

Questi “super uomini” sono i vari Nesta, Thiago Silva, Samuel e Chiellini. Non proprio gli ultimi arrivati potremmo dire. I primi due riuscirono nell’impresa di non far segnare su azione il talento sud americano nelle quattro sfide tra Milan e Barcellona di Champions, stagione 2011/12. Il temporeggiare e cercare di portare l’argentino in zone di campo dove lo specchio della porta è meno visibile, è la chiave per limitare le qualità dell’attaccante del Barcellona, letale quando riesce a penetrare centralmente partendo dall’esterno.

potrebbe interessarti ancheAmichevoli Napoli 2019: calendario e orari delle prossime partite estive dei partenopei

Quando si affronta un giocatore come Messi, l’importante è non incorrere in scelte affrettate nell’intervento per poi essere precisi e puntuali a intervenire di fronte a una – rara – indecisione del talento blaugrana, evitando il pericolo. Riguardo Samuel, anche l’ex Inter riuscì in questa impresa, aiutato dall’assetto tattico prettamente difensivo di Mourinho e dal grande cuore che dimostrò di avere l’Inter nella semifinale del 2010, così come gli fu di notevole aiuto l’osservare Messi da vicino in Nazionale. Possiamo pure citare Chiellini, che fermò l’argentino nella doppia sfida in semifinale tra Barcellona e Juventus nel 2017. Insomma per tentare di oscurare le infinite qualità della pulga è necessario un difensore dal grande senso tattico. Van Dijk lo è?

Il miglior centrale al mondo

Se vogliamo rispondere al quesito che ci siamo fatti, possiamo dire senza dubbio che Virgil Van Dijk ha le qualità per riuscire nell’impresa. Ovviamente serve un grande spirito di squadra a livello tattico e non solo del singolo, caratteristica che il Liverpool di Klopp ha senza dubbio, ma c’è da considerare la grande spinta che forniscono i due esterni difensivi, Alexander Arnold e Robertson, i quali a volte finiscono per lasciare ampi spazi sugli esterni. Con ogni probabilità, Messi verrà schierato proprio li e non centralmente. Quindi il compito di limitarlo non spetterà solamente ai centrali di difesa.

potrebbe interessarti ancheJuventus su Junior Firpo del Betis: il terzino piace a Sarri

Detto questo e tornando a Van Dijk, possiamo affermare con certezza che l’olandese ha dimostrato di essere micidiale nel difendere 1 contro 1, avendo affrontato calciatori di valore assoluto in quest’annata. Da quando è arrivato lo scorso anno alla corte di Klopp, la difesa dei Reds è notevolmente migliorata con la sua presenza: leader assoluto in campo e dotato di grande personalità, Van Dijk ha trasformato una difesa colabrodo nella migliore della Premier League. In molti hanno criticato la dirigenza per l’eccessiva somma sborsata per assicurarselo (75 milioni di sterline finiti nelle casse del Southampton), ma se i risultati sono questi, la cifra è assolutamente giustificata.

Proprio ieri, il difensore olandese ha affermato ai giornalisti di non avere idea di come fermare il giocatore più forte del mondo. In realtà, Van Dijk sta già studiando Messi da cima a fondo per poterne carpire eventuali – se mai ce ne siano – punti deboli, i quali possono risultare determinanti nella doppia sfida di Champions. L’uomo che ha trasformato la difesa del Liverpool in un fortino riuscirà ad annullare la leggenda Leo Messi?

notizie sul temaLautaro Martinez via dall’Inter? Lukaku e Dzeko potrebbero allontanare l’argentinoCancelo-City, affare in stand-by: il portoghese resta alla Juve?Griezmann-Barcellona, la polemica contro l’Atletico è ancora viva
  •   
  •  
  •  
  •