Bundesliga, solo 2 a 2 per il Bayern in casa contro il Mainz

Pubblicato il autore: MATTIA D'OTTAVIO

Bundesliga, Allianz Arena per niente a festa oggi

Bundesliga, chi si aspettava un Bayern rabbioso e ferito nell’orgoglio, pronto a reagire all’eliminazione con polemiche dalla Champions sarà rimasto deluso guardando il match di questo pomeriggio all’Allianz Arena contro il Mainz. Solo un 2 a 2 in rimonta, contro gli ospiti che hanno attaccato a viso aperto e si sono difesi con ordine, compiendo un importante passo, soprattutto dal punto di vista del morale, verso la salvezza. Con questo pareggio i bavaresi salgono a quota 70 punti in classifica, + 9 sul Lipsia impegnato domani fuori casa con lo Schalke 04, quindi anche in caso di vittoria ospite, comunque sei punti di vantaggio (il Lipsia avrà lo scontro diretto in casa, ma all’andata ha subito un secco 3 a 0) a soli quattro turni dal termine fanno dormire sonni tranquilli ai tifosi di Robben e compagni. Il Mainz invece sale a +5 sulla zona retrocessione, mentre il terzultimo posto (chi chiude in questa posizione comunque si gioca il playout con la terza della serie B tedesca) occupato dall’Augusta è solo un punto alle spalle, ma dopo la convincente prestazione di oggi salgono le quotazioni di Bojan e compagni.

Passiamo alla cronaca della partita, a partire dalle scelte di formazione: per gli ospiti due cambi rispetto alla vittoria di settimana scorsa per 1 a 0 contro l’Herta Berlino con Bojan e Oözunali al posto di Cordoba e Sampeiro; Ancelotti ne cambia quattro rispetto alla sfortunata trasferta di Madrid, fuori Neuer, Lahm, Boateng e Xabi Alonso, dentro Ulreich, Rafinha, Bernat e Müller. L’inizio del Mainz è fulminante, un disimpegno errato di Rafinha e Vidal fa arrivare il pallone tra i piedi di Bojan che prima vince il rimpallo con Thiago Alcantara e poi infila la sfera tra le gambe di Ulreich, 0 a 1 dopo appena tre minuti! Per l’ex Barcellona e Roma, un particolare record, ha segnato almeno un gol in tutti e quattro i campionati più importanti. Il Bayern è stordito, nei primi dieci minuti subisce l’aggressività degli ospiti e non riesce a ripartire, anzi al quarto d’ora rischia di capitolare sullo 0 – 2 se non fosse per Ulreich che salva su Oözunali. Sul contropiede arriva il pareggio, a sottolineare la regola del gol mangiato gol subito, Ribery in verticale serve Robben in area che di mancino sul secondo palo trova l’1 a 1. Il Mainz non si scompone, un’altra conoscenza del campionato italiano, Donati, è tra i più positivi e a destra offre una grande prestazione, ma tutti i suoi compagni ribattono colpo sul colpo e sul finire del primo tempo tornano in vantaggio. Kimmich stende Muto in area e dal dischetto Brosinski segna l’1 a 2. Nella ripresa il Bayern aumenta la spinta, però solo un gran destro dal limite di Thiago fa cadere il muro ospite al 73esimo. Negli ultimi minuti il Mainz resiste con ordine e porta a casa un pareggio meritato, per i padroni di casa si chiude una settimana terribile con soli due punti in campionato e l’eliminazione dall’Europa. Sabato prossimo contro il Wolfsburg fuori casa Ancelotti proverà a compiere il passo decisivo verso il Meisterschale, il quinto consecutivo per il Bayern.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •