Europa League – Verso Roma Villarreal, Spalletti: ”Non andiamo a lesinare lo 0-0”

Pubblicato il autore: Livio Cellucci Segui


Luciano Spalletti ha parlato questo pomeriggio a Trigoria, alla vigilia di Roma Villarreal, match di ritorno di Europa League. Dopo il 4-0 sonante dell’andata, con cui i giallorossi hanno di fatto ampiamente ipotecato il passaggio del turno agli ottavi di finale, sarà difficile per il tecnico toscano saper trovare le giuste motivazioni da trasmettere alla squadra. Lui però ci ha provato lo stesso, richiamando alla mente un precedente inquietante: ”Se non siamo all’altezza della situazione, diventa una partita difficile da preparare. Mi sembra però che abbiamo una presa di coscienza maggiore… La storia del calcio dice che ci sono dei precedenti clamorosi: Penso per esempio a Milan – Deportivo La Coruña, che finì 4-1 all’andata e 4-0 al ritorno. E poi… quanti risultati sono iniziati in un certo modo e sono poi finiti in un’altro di segno opposto? Guardate per esempio quello che ci è successo a Genova…”. Luciano Spalletti ha poi proseguito nel tentativo di tenere alta l’attenzione dei suoi sul match di domani: ”Noi dobbiamo vincere più partite possibili: non si gestisce niente, si va a vincere la partita e questo deve essere un obiettivo, una costante! C’è il rischio di fare una valutazione diversa su questa gara, ed invece questo non va fatto! L’analisi di una gara del genere va fatta nel doppio turno… Non avrebbe senso stare lì a lesinare lo 0-0. Noi vogliamo fare la partita, contro chiunque si metta davanti alla nostra strada, perchè noi vogliamo ”andare di là”. Il clamore di una squadra italiana che va a vincere 4-0 fuori deve diventare una costante. E lo faremo vedere, col nostro pressing alto! Se invece  domani non faremo così, rimarrò deluso prima di tutto di me. Poi, per quanto riguarda il cammino in Europa League, non so dove arriveremo…”.

potrebbe interessarti ancheIngaggio monstre per El Shaarawy. Dalla Cina pronti a fare follie per l’esterno della Roma

Nonostante però i propositi teoricamente bellicosi, nei fatti, domani sera Luciano Spalletti metterà in campo una squadra assai rimaneggiata: ”Ci sarà un turnover ragionato, anche perchè gli altri che hanno giocato meno hanno comunque dato il loro supporto, impegnandosi al massimo negli allenamenti. Qualche cosa verrà fatto… Ma se gente come Vermaelen, Juan Jesus, Paredes, Perotti, El Shaarawy e Mario Rui si vogliono chiamare ”riserve”, ci vuole fantasia…”. Il tecnico giallorosso fa sapere poi che non saranno della partita nè Dzeko, nè Salah. Non vengono invece menzionati nè Totti, nè Gerson, col brasiliano che ormai è lontano dal campo già da 2 mesi: ”Due o tre ruoli devo valutarli bene ancora e non voglio rivelarveli… Per quanto riguarda Francesco, è di tutti e gioca. Gerson invece ha giocato poco e non posso garantire che parta dall’inizio…”.
Infine Spalletti ricorda l’accoglienza ricevuta nella gara d’andata dal Villarreal ed anche le feste romaniste in terra spagnola: ”In questa coppa vogliamo solo fare bene e rivivere quella felicità che abbiamo vissuto lì la scorsa settimana: c’è da rimarcare come siamo stati accolti in quella città, ed anche come sono stati accolti i nostri tifosi, dopo la partita, nella festa con i loro colori in un’altra città. Sono il Villarreal ed i suoi tifosi… Se la smettessimo di parlare di avversari, faremmo tutti un passo avanti. Spero che ora ci sia la stessa accoglienza verso di loro anche da parte dei nostri tifosi”.

potrebbe interessarti ancheFonseca: “Un onore allenare la Roma, faremo grandi cose”

notizie sul temaStorie di Calcio: Omar il Re LeoneMercato Milan, da Patrick a Patrik: per l’attacco rossonero decisivo GiampaoloStorie di calcio: il Lecce di Zeman
  •   
  •  
  •  
  •