Carrarese: lavoro, sudore e fatica in attesa della nuova stagione

Pubblicato il autore: Claudia Cella Segui


Il ritiro della squadra di Silvio Baldini ha avuto ufficialmente inizio lunedì 9 luglio, dopo uno stop di qualche settimana dal termine di quei 5 giorni di allenamento voluti dal mister per non far perdere ai suoi ragazzi forma e concentrazione. Gli azzurri hanno ripreso esattamente da dove avevano interrotto, tornando nella stessa struttura che li aveva ospitati circa un mese fa, al Residence Italia di Luni Mare. Il programma è sempre il solito: nuoto, campo e palestra, secondo quella ricetta che finora ha funzionato e alla quale Baldini non vuole rinunciare. I giocatori attualmente in ritiro sono 13: i difensori Ricci e Murolo, i centrocampisti Rosaia, Agyei, Cardoselli, Foresta e Piscopo e gli attaccanti Tavano, Coralli, Biasci e Maccarone, a cui si aggiungono i neo arrivati Sarr (portiere) e Alari (difensore centrale).  Sul fronte mercato pare imminente l’annuncio dell’acquisto di Lorenzo Carissoni, terzino destro classe ’97, in prestito dal Torino, mentre il dg Berti continua a trattare per il forte esterno Ceccarelli, che ha diverse proposte anche dalla Serie B, e per i possibili ritorni di Baraye e Borra. Si registra inoltre un interesse verso il mediano Luca Baldassin, il cui nome era già circolato qualche tempo fa, ma la pista non appare ancora calda. Intanto, Marco Marchionni ha deciso di appendere le scarpette al chiodo e nella prossima stagione sarà il vice di Baldini. L’esperienza del classe ’80 ex Parma, Juventus e Fiorentina sarà senza dubbio un ulteriore elemento a favore del mister e della squadra.

potrebbe interessarti ancheRipescaggi Serie C: Milan B e Juventus B pronte a subentrare ai club non iscritti
potrebbe interessarti ancheRipescaggi Serie B: Catania pronto a subentrare a Cesena o Bari

notizie sul temaSerie C: la Reggiana non si iscrive, ripartirà dai DilettantiMondiali2018: la Francia è Campione del Mondo per la seconda voltaSerie C iscrizioni: Lucchese e Fidelis Andria bocciate dalla Covisoc, speranze per la Reggiana
  •   
  •  
  •  
  •