Mercato Torino: un solo volto nuovo al raduno e i dubbi su Belotti

Pubblicato il autore: Jordan Cortina


Pochissime novità al raduno del Torino se non quella di ritrovarsi al Filadelfia dopo molti anni e iniziare da lì l’avventura della nuova stagione. A vincere, come spesso accade, sono stati i tifosi accorsi in massa (oltre 3500 presenze) per riabbracciare i granata e far sentire loro affetto e vicinanza, la carica giusta per rituffarsi a testa bassa nel lavoro estivo e farsi trovare pronti e in forma per il primo impegno ufficiale della stagione, quello di metà Agosto in Coppa Italia, prima dell’esordio in campionato. Il più acclamato dai tifosi presenti non poteva non essere Andrea Belotti, al quale tutti hanno chiesto di rimanere e che ha mostrato grande impegno sin da subito.
Le parole di Cairo però non hanno fatto che alimentari dubbi perché il presidente granata non ha chiarito la posizione dell’attaccante che sembra essere ancora sul mercato: “La clausola per il nostro attaccante è di 100 milioni di euro – ha detto – e al momento nessuno si è fatto vivo, la speranza è che possa rimanere con noi. Non riesco ad immaginarmi un Toro senza il Gallo ma con Petrachi e Mihjailovic parleremo anche di questa eventualità per farci trovare eventualmente pronti e per capire se è giusto porre un limite temporale alla vicenda“.
Dare una scadenza a quello che rischia di diventare un tormentone sarebbe la soluzione ideale per tutti: per il calciatore che lavorerebbe in maniera più tranquilla nell’anno che porta al Mondiale, per il tecnico e la squadra e per l’ambiente che, in questo momento, teme una partenza di quello che è ormai diventato un vero e proprio idolo. Urbano Cairo ha riferito di non aver ancora parlato con il calciatore, sarebbe il caso di fare in fretta per sapere anche quali sono le intenzioni del bomber e con che spirito, eventualmente, rimarrebbe in maglia granata.
L’unico volto nuovo del raduno era quello del portiere Salvatore Sirigu al quale i tifosi hanno tributato cori e applausi. L’ex Paris Saint Germain ha avuto così modo di conoscere subito l’ambiente e capire quali sono i principi che dovrebbero ispirare ogni persona che indossa la gloriosa maglia granata. Gli stessi supporters hanno sperato di poter trovare qualche acquisto in più ma, per ora, il direttore sportivo Gianluca Petrachi, fa fatica a definire le trattative che sono in piedi ormai da diverse settimane. Si attende il via libera per l’arrivo del giovane centrocampista Donsah dal Bologna ma ancora non è stata trovata la quadra. Anche per la punta del Napoli Duvan Zapata si lavora ma le distanze sono ancora ampie.
Mihajlovic ha fatto capire, escludendo Maxi Lopez dalla lista dei convocati per il ritiro, di volere un nuovo attaccante che faccia il vice Belotti o coppia con l’azzurro quando le situazioni lo richiederanno. Per il centravanti argentino, dunque, l’avventura al Torino può considerarsi conclusa, lui come Ajeti sono sul mercato alla ricerca di una squadra che possa accogliergli. Non avranno difficoltà ad accasarsi da altre parti e liberare così due posti in rosa da colmare con arrivi di spessore tecnico maggiore. L’allenatore serbo oltre ad una punta aspetta anche un centrale esperto, un centrocampista ed un esterno che possa fare entrambe le fasce.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •