Mercato Milan, Gattuso avrebbe richiesto Kucka come vice Kessie

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Franck Kessie – Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Dopo l’uscita di scena definitiva della proprietà cinese dopo appena quindici mesi e l’entrata del Fondo Internazionale d’investimento Elliott, i dirigenti Fassone e Mirabelli stanno cercandodi rinforzare per quel che sarà possibile la rosa per la prossima stagione.
L’allenatore dei rossoneri Gennaro Gattuso, il giorno del raduno durante la prima conferenza stampa stagionale, ha indicato come priorità l’arrivo di un centrocampista dalle caratteristiche dell’ivoriano Frank Kessie che nell’ultima stagione ha giocato la bellezza di 54 partite per un totale di 4603 minuti e che quest’anno avrà bisogno di un degno sostituto che lo faccia riposare all’occorrenza.

Questo degno sostituito sembrerebbe, dai rumors che giungono da Milano, dovrebbe essere Juray Kucka che ha già vestito i colori rossoneri dal 2015 al 2017 ( 59 presenze e 4 gol), per poi passare l’estate scorsa, per incomprensioni con il tecnico Vincenzo Montella, ai turchi del Trabzonspor per 5 milioni di euro; il 31enne slovacco è un profilo che piace a Gattuso perchè possiede tutte le caratteristiche che richiede: fisicità, grinta, temperamento, attaccamento alla maglia e a tutte queste peculiarità va aggiunta anche una discreta freddezza in zona gol (in carriera 38 gol complessivi) e per tutto questo la stragrande maggioranza dei tifosi rossoneri lo amano ancora e sarebbero contenti di un suo ritorno.

potrebbe interessarti ancheMilan, anche Bonaventura out: emergenza totale per Gattuso, Kessiè cambia ruolo?

Il club turco lo lascerebbe partire per 4 milioni, affare possibile per la dirigenza milanese, alla ricerca di buoni giocatori a costi contenuti per non toccare troppo i bilanci e l’allenatore sarebbe felice di avere un sostituto di Kessie da utilizzare quando ce ne fosse bisogno e anche perchè conoscendo già l’ambiente potrebbe essere un elemento importante all’interno dello spogliatoio.

potrebbe interessarti ancheMilan, Higuain out con Lazio e Parma: Gattuso si affida al portafortuna Cutrone

Ora i vertici rossoneri sono impegnati con la spinosa questione Uefa e non possono dedicarsi al mercato prima della sentenza del Tas di Losanna che avverrà il prossimo 19 luglio, a cui il Milan ha fatto ricorso dopo la decisione dell’Uefa di escludere i rossoneri dalle coppe europee per una stagione; quando tutto ciò sarà finito anche la trattativa per il centrocampista slovacco potrebbe andare in porto.

notizie sul temaMilan, Bonaventura rischia l’operazione: il ginocchio non è ancora guarito. Due giornate per HiguainSqualifica Higuain, due giornate per il Pipita: salta Lazio e Parma, tornerà con il TorinoHiguain può tornare alla Juventus, il riscatto del prestito diventa un’incognita
  •   
  •  
  •  
  •