Giro dei Paesi Baschi: nuova sfida fra Quintana e Contador

Pubblicato il autore: davide castiglia Segui

Giro dei Paesi Baschi

PARTE DOMANI IL 56° GIRO DEI PAESI BASCHI: 6 TAPPE E BEN 31 GPM DURANTE I QUALI SI DARANNO BATTAGLIA I MIGLIORI SCALATORI AL MONDO

Dopo i tristi fatti di inizio settimana e le conseguenti e inevitabili polemiche, finalmente il ciclismo può tornare a far parlare di sè per ciò che le gente ama di questo sport: vedere i campioni in gara. In particolare oggi, col Giro delle Fiandre, inizia quella che viene definita la settimana santa del ciclismo che toccherà il suo punto più alto domenica prossima in occasione della mitica Parigi-Roubaix. All’interno di questa settimana, famosa per l’inferno del nord e il suo pavé, da domani si corre in Spagna una gara dai contenuti tecnici completamente diversi: il Giro dei Paesi Baschi. La collocazione nel calendario e i percorsi particolarmente impegnativi rendono la breve corsa a tappe spagnola un’ottima preparazione in vista delle classiche delle Ardenne e un buon banco di prova del proprio stato di forma per quei corridori che punteranno a far bene al Tour de France.

potrebbe interessarti ancheTour de France 2018, la rinascita di Nairo Quintana sui Pirenei. Il podio è ancora possibile

IL PERCORSO: come consuetudine, percorso impegnativo e ricco di salite brevi ma dure. Le tappe in programma sono 6 nel corso delle quali i corridori dovranno superare ben 31 gpm. Ci saranno scintille fin da subito con la prima frazione che prevede 8 gpm, di questi gli ultimi due i più impegnativi, e l’ultimo scollinamento sarà a soli 9 km dal traguardo. Nella seconda tappa l’arrivo si troverà in cima a un temibile strappo di 2,5 km con una pendenza media del 12%. Dopo una terza giornata un pò più tranquilla la strada tornerà ad essere particolarmente impegnativa per i corridori sia nella quarta tappa, con la scalata per due volte del duro Alto de Aia, che nella quinta tappa, con arrivo praticamente in salita. La sesta e ultima frazione sarà, come da tradizione, una cronometro anche se meno impegnativa e più favorevole agli specialisti di quanto accaduto negli ultimi anni; in caso di classifica ancora incerta, la prova contro il tempo potrebbe ancora una volta risultare decisiva per decretare il vincitore del Giro dei Paesi Baschi 2016.

stages

I PROTAGONISTI: i grandi favoriti della vigilia sono sicuramente Nairo Quintana e Alberto Contador. I due sono stati recentemente protagonisti al Giro di Catalogna che hanno chiuso rispettivamente in prima e seconda posizione dopo che il colombiano è stato capace di staccare il rivale lungo le rampe finali della tappa più dura. La sfida tra questi due campioni proseguirà lungo le strade basche e poi li accompagnerà fino a fine Luglio quando si assegnerà la maglia gialla di Parigi (senza comunque dimenticarsi di Froome).
Grande attesa anche per lo spagnolo della Katusha Joaquin Rodriguez, vincitore del Giro dei Paesi Baschi 2015, e per l’irlandese Daniel Martin: al momento i due ciclisti più forti al mondo in caso di arrivi su strappi brevi e duri, probabilmente soffrono oltremodo a cronometro per ottenere la vittoria della classifica generale ma saranno sicuri protagonisti della corsa. Avranno ambizioni importanti anche il colombiano del Team Sky Sergio Luis Henao, secondo lo scorso anno e terzo nel 2013, il francese Thibaut Pinot, recente trionfatore del Criterium International vincendo due delle tre tappe in programma, e la rivelazione dello scorso Giro d’Italia Mikel Landa.
Discorso a parte merita il nostro Fabio Aru. Come ampiamente dimostrato lo scorso anno, ha ormai la caratura per essere messo allo stesso livello dei nomi sopra citati ma nel recente Giro di Catalogna ha evidenziato una condizione ancora un pò approssimativa per cui sarà difficile per il sardo ottenere un risultato di prestigio.
Reciteranno invece il ruolo di outsider altri nomi comunque importanti del panorama ciclistico mondiale: l’ex campione iridato Rui Costa, lo scalatore olandese Robert Gesink e il connazionale Bauke Mollema, lo spagnolo della Movistar (compagno di squadra di Quintana) Ion Izagirre, il giovane francese Warren Barguil e i ben più che promettenti gemelli inglesi Simon e Adam Yates.

potrebbe interessarti ancheTour de France 2018 oggi tappa 7: percorso, favoriti, diretta tv e streaming

startlist

La diretta di tutte le tappe del Giro dei Paesi Baschi andrà in onda su Eurosport 1 a partire dalle 15:30.

notizie sul temaPartecipanti Tour de France 2018, la start list completa della Grande BoucleTour de France, il favorito è ancora Chris Froome? Il pensiero di Landa e QuintanaAlberto Contador sicuro: “Per il Giro il favorito è Yates”
  •   
  •  
  •  
  •