Risultati Europei atletica: le gare di venerdì 10 agosto.

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

 

Europei Atletica Leggera 2018. Cronaca in diretta dei risultati delle gare di venerdì 10 agosto con tutte le medaglie assegnate.

potrebbe interessarti ancheAtletica, risultati meeting di Goteborg. 7’28” nei 3000 per l’etiope Keyelcha.

21.56: vince il diciottenne Jakob Ingebrigtsen, il più giovane dei 3 fratelli, in 3.38.10, davanti al polacco Marcin Lewandowski con 38.38.14 e all’inglese Jake Wightman 3.38.25. 4° posto per Henrik Ingebrigtsen in 3.38.50. 10° Abdikadar in 3.39.95 e 11° Bussotti in 3.41.31, che non riescono a replicare al cambio di ritmo dopo due terzi di gara. Finiscono davanti al più anziano degli Ingebrigtsen, 12° in 3.41.66.
21.55: passaggio ai 1200 in 2.58.08 sempre con i fratelli davanti al gruppo.
21.54: 2.01.45. I 3 fratelli passano a condurre.
21.53: partenza lenta. 59.89 ai 400. I 3 fratelli in fondo al gruppo.
21.50: sta per partire l’interessantissima finale dei 1500 caratterizzata dalla presenza dei 3 fratelli norvegesi Ingebrigtsen. In gara anche gli italiani Bussotti e Abdikadar Sheikh Ali.
21.45: finale dei 110 hs, vince il francese Pascal Martinot-Lagarde (Francia) in 13.17; stesso tempo per il russo indipendente Sergey Shubenkov (2 millesimi la differenza); 3° posto per Orlando Ortega (Spagna) in 13.34.
21.43: classifica finale del giavellotto femminile: oro per Christin Hussong (Germania) con 67,90, argento per Nikola Ogrodnikova (Rep. Ceca) con 61,85, bronzo per Liveta Jasiunaite (Lituania) con 61,59.
21.40: classifica finale del triplo femminile: oro per Paraskevi Papahristou (Grecia) con 14,60, argento per Kristin Gierisch (Germania) con 14,45, bronzo per Ana Peleteiro (Spagna) con 14,44.
21.35: anche nel giavellotto femminile situazione immutata in testa, con la tedesca Christin Hussong prima con 67,90.
21.33: nel triplo, prima dell’ultimo turno di salti, è sempre la greca Paraskevi Papahristou al comando con 14,60.
21.30: vince l’ucraina Pryshchepa in 2.00.38, davanti alla francese Renelle Lamote in 2.00.62 e all’altra ucraina Olha Lyakhova in 2.00.79.
21.29: passaggio ai 400 metri in 59.31.
21.28: partenza della finale degli 800 metri femminili.
21.25: fallisce anche la terza prova a 2,04 la Lasitskene, che vince la gara.
21.24: il titolo dell’alto femminile è vinto da Mariya Lasitskene, che sta per effettuare l’ultima prova a 2,04. 2° posto per Demireva con 2,00.
21.15: vince il britannico Matthew Hudson-Smith con 44.78; al 2° e 3° posto i fratelli belgi Borlèe: Keivn 45.13 e Jonathan 45.19. Si aspettavano prestazioni cronometriche migliori, ma il britannico dopo i primi 300 metri velocissimi ha cedutoe un po’ nel finale.
21.10: anche la bulgara Mirela Demireva supera i 2,00, dopo avere passato le misure inferiori. E’ seconda, ma a questo punto la gara rimane ancora aperta.
21.09: 2,00 superati per Mariya Lasitskene. L’oro ormai è suo.
21.05: sta per partire la finale dei 400 metri maschili, gara di alto livello tecnico.
21.03: la quota di 1,98 è stata superata solo dalla russa indipendente Mariya Lasitskene. La gara è ancora in corso.
20.58: 5° posto per la Pedroso, che sul rettilineo finale da per un tratto l’impressione di potere arrivare al bronzo. Vince la svizzera Lea Sprunger con 54.33, davanti alla ucraina Anna Ryzhykova con 54.51 e alla britannica Meghan Beesley 55.31. Per l’italiana il tempo di 55.80.
20.50: fra poco la finale dei 400 hs con l’italiana Yadisleidy Pedroso in quarta corsia. Il suo primato stagionale le potrebbe consentire un piazzamento vicino al podio.
20.48: alla quota di 1,96 per ora solo la tedesca Marie Laurence Jungfleisch è riuscita a superare la quota.
20.46: nella finale del giavellotto femminile, dopo il primo turno, è in testa la tedesca Christin Hussong con 67,90.
20.42: si conclude la terza serie degli 800 metri, ultima gara dell’eptathlon. Oro per la belga Thaimi con 6816 punti e argento per la britannica Johnson-Thompson, che in questa ultima gara recupera 135 punti alla belga su 192. Al 3° posto la tedesca Schafer.
20.39: Alessia Trost fallisce anche la terza prova a 1,94 e si piazza all’8° posto.
20.36: dopo i primi 2 turni nella finale del triplo femminile guida la classifica la greca Paraskevi Papahristou con 14,60.
20.34:
nulla da fare anche nel secondo salto a 1,94 per la Trost.
20.31: primo salto sbagliato a 1,94 per Alessia Trost. Per ora in 3 hanno superato questa misura.
20.26: l’asticella dell’alto femminile viene portata a 1,94.
20.21: trema l’asticella, ma rimane in piedi e Alessia Trost supera alla terza prova 1,91. Al momento si trova in ottava posizione.
20.20: inizia l’ultima gara dell’eptathlon femminile, gli 800 metri. La classifica dopo 6 prove vede nuovamente in testa la belga Nafissatou Thaimi con 5984 punti, davanti alla britannica Katarina Johnson-Thompson con 5792 e alla tedesca Carolin Schafer con 5704.
20.15: Alessia Trost alla seconda prova a 1,91. Per ora in 6 hanno già valicato questa quota. Alessia vola molto alta, ma nel ricadere fa cadere l’asticella.
20.06: errore per Alessia Trost a 1,91. Per ora 2 atlete hanno superato questa misura.
20.04: 6° posto per Irene Siragusa con 23.30. La prima della terza semifinale è un’altra atleta olandese, Jamile Samuel con 22.58.
20.03: nell’alto si passa a 1,91.
20.02: alla partenza la terza semifinale dei 200 metri femminili, con l’azzurra Irene Siragusa.
20.00: in 13 (su 14) hanno superato 1,87 nell’alto.
19.57: vince Dafne Schippers in 22.69. Gloria Hooper al 7° posto in 23.43.
19.55: alla partenza la seconda semifinale dei 200 metri con Gloria Hooper in ottava corsia. In quarta corsia la favorita, l’olandese Dafne Schippers.
19.54: in 9 hanno superato 1,87 nell’alto femminile.
19.51: vince la britannica Dina Asher-Smith con 22.33.
19.50: prima semifinale dei 200 metri femminili. Le 2 atlete italiane correranno nella seconda e nella terza semifinale.
19.49: 6 atlete hanno superato 1,87 alla prima prova.
19.45: Alessia Trost supera 1,87 alla prima prova.
19.44: la seconda semifinale è vinta dal polacco Adam Kszctot in 1.46.11.
19.43: 52.94 il passaggio ai 400 metri nella seconda semifinale degli 800 metri maschili, leggermente più lenta della prima.
19.42: nell’alto si passa a 1,87, con 12 atlete che hanno superato 1,82 e 2 atlete che devono ancora entrare in gara.
19.40:
11 atlete per ora hanno superato la misura iniziale di 1,82.
19.37:
vince Kramer in 1.46.15, che in pratica è stato davanti per tutta la gara. Vanno in finale i primi 3 delle 2 semifinali e 2 migliori tempi.
19.36: primi 400 in 52.03 con lo svedese Kramer davanti.
19.35: alla partenza la prima semifinale degli 800 metri maschili.
19.30: Alessia Trost supera 1,82 alla prima prova.
19.28: terza semifinale dei 110 hs con Lorenzo Perini, che si piazza al 4° posto con 13.50. I 3 italiani non si qualificano quindi per la finale.
19.25: inizia la finale dell’alto femminile, in cui si è qualificata Alessia Trost, unica fra le 3 italiane ammesse alla finale. Si inizia alla quota di 1,82.
19.19: vince lo spagnolo Ortega con 13.21. Dal Molin risente del problema fisico emerso poco prima della partenza e chiude al 6° posto in 13.61.
19.17: all’ultimo istante anche Dal Molin si schiera ai blocchi di partenza.
19.15: alla partenza la seconda semifinale con Paolo Dal Molin, che ieri aveva bene impressionato nelle batterie. Pare che però abbia un problema fisico e non è ancora alla linea di partenza.
19.10: prima semifinale dei 110 hs con Hassane Fofana. Passano i primi 2 + 2 migliori tempi. Fofana si piazza al 4° posto in 13.52. Bisognerà attendere le prossime 2 semifinali per vedere se entrerà nei 2 tempi di recupero. La prima semifinale è vinta dal russo “neutrale” Shubenkov in 13.24.
19.00: Fra pochi minuti l’inizio delle gare pomeridiane con le semifinali dei 110 hs. In totale si assegneranno 9 titoli.
13.44: l’Italia conclude al 1° posto con 3.27.63, con la frazione conclusiva di Libiana Grenot. Le 2 staffette 4×400 maschile e femminili sono quindi in finale.
13.43: Lukudo passa al comando dopo la terza frazione.
13.42: Italia recupera con la Folorunso che chiude in seconda posizione, appaiata alla prima (Germania).
13.41: Italia al 6° posto dopo la prima frazione.
13.40: al via la prima batteria della 4×400 femminile, con la formazione composta da Chigbolu, Forolunso, Lukudo, Grenot.
13.30: non si qualificano per la finale del triplo Simone Forte e Fabrizio Donato, che hanno saltato in qualificazione, rispettivamente 16,35 e 16,15.
13.17:
4×400 seconda batteria con la formazione italiana, composta da Scotti, Tricca, Aceti e Re. 2° posto e qualificazione in finale per l’Italia con il tempo di 3.04.08.
12.52:
si conclude la seconda batteria dei 3000 siepi femminili, con bella prova di Isabel Mattuzzi che si piazza al 5° posto con il primato personale di 9.34.02 (con un progresso di 16 secondi) e si qualifica per la finale. Non ce la fa invece Francesca Bertoni, che chiude in 9.47.75.
12.47:
è ufficiale la qualificazione nella finale dell’asta per Claudio Michel Stecchi.
12.46: Isabel Mattuzzi
volitiva nella seconda batteria dei 3000 siepi veleggia in terza posizione. Più indietro Francesca Bertoni.
12.35:
l’azzurra Martina Merlo conclude all’8° posto la prima batteria dei 3000 siepi, realizzando il primato personale con 9.41.05. Vanno in finale le prime 5 di ogni batteria e i 5 migliori tempi. Quindi si dovrà attendere la seconda batteria dove ci sono le altre italiane Bertoni e Mattuzzi.
12.34: 3° errore a 5,61 per Stecchi nell’asta, ma potrebbe entrare comunque in finale.
12.13: seconda batteria dei 1500 metri femminili vinta da Sofia Ennaoui (Polonia) in 4.08.60.
12.04: la britannica Laura Muir vince la prima batteria dei 1500 metri femminili in 4.09.12.
11.39: anche Gloria Hooper si qualifica per le semifinali, con il 2° posto nella terza batteria, corsa in 23.28, con un bel finale.
11.35: Claudio Michel Stecchi supera 5,51 nelle qualificazioni dell’asta.
11.33: Irene Siragusa, al 2° posto nella seconda batteria dei 200 metri, si qualifica per le semifinali. tempo 23.60
11.25: prima batteria dei 200 metri femminili vinta dalla tedesca Laura Muller in 23.06.

potrebbe interessarti ancheAtletica, risultati meeting di Birmingham. In 4 sotto i 10 secondi nei 100 metri.

Qualificazioni del martello femminile senza atlete italiane e qualificazioni dell’asta maschile sono le prime gare già in corso della quinta giornata. E’ in corso anche la quinta prova dell’eptathlon femminile, il salto in lungo, in cui è al comando in classifica dopo le prime 4 prove la britannica Johnson-Thompson con 4017 punti, davanti alla belga Thiam con 3930 e alla tedesca Schafer con 3848.
Alle ore 11.25 la prima gara di corsa di questa giornata, le batterie dei 200 metri femminili con le italiane Irene Siragusa (in seconda batteria) e Gloria Hooper (in terza).

notizie sul temaAtletica, meeting a Goteborg 18 agosto: programma, iscritti e diretta streaming.Atletica, Diamond League Birmingham: programma, iscritti e dove vedere il meetingEuropei Atletica 2018 | Medagliere definitivo: Gran Bretagna al 1° posto, Italia giù
  •   
  •  
  •  
  •