F1, GP Austria 2019: Verstappen ottiene la sesta vittoria in carriera davanti a Leclerc e Bottas. 4° Vettel

Pubblicato il autore: Mattia Orlandi Segui

GP Austria

Max Verstappen è il vincitore del GP Austria 2019 (realizzando anche il giro più veloce), dopo che i commissari di gara hanno deciso di non applicare alcuna sanzione al sorpasso con contatto ai danni del ferrarista Charles Leclerc, giunto secondo; la Mercedes di Valtteri Bottas completa il podio, precedendo la Ferrari di Sebastian Vettel ed il compagno di team Lewis Hamilton, oggi non brillantissimo. Sesta vittoria in carriera per l’olandese, seconda consecutiva al Red Bull Ring.

Completano la zona punti (tutti ad un giro di distacco dal vincitore) Lando Norris con la McLaren, autore di un’altra prestazione di sostanza, la Red Bull di Pierre Gasly, l’altra McLaren di Carlos Sainz (partito in ultima fila) ed infine le due Alfa Romeo di Kimi Raikkonen ed Antonio Giovinazzi, con l’italiano che finalmente ottiene il suo primo punto iridato e tutti e venti i piloti in gara sono arrivati al traguardo (Robert Kubica ultimo a tre giri dal vincitore).

CLASSIFICA PILOTI
1. Lewis Hamilton (GBR) 197
2. Valtteri Bottas (FIN) 166
3. Max Verstappen (NED) 126
4. Sebastian Vettel (GER) 123
5. Charles Leclerc (MON) 105
6. Pierre Gasly (FRA) 43
7. Carlos Sainz (ESP) 30
8. Lando Norris (GBR) 22
8. Kimi Raikkonen (FIN) 21
9. Daniel Ricciardo (AUS) 16
10. Nico Hulkenberg (GER) 16

CLASSIFICA COSTRUTTORI
1. Mercedes 363
2. Ferrari 228
3. Red Bull Racing 169
4. McLaren 52
5. Renault 32
6. Alfa Romeo Racing 22
7. Racing Point 19
8. Toro Rosso 17
9. Haas 16
10. Williams 0

CLICCA QUI PER AGGIORNARE IL LIVE

GP AUSTRIA 2019, 71 giri
Red Bull Ring, nona prova del Mondiale di F1

CLASSIFICA GP AUSTRIA
1. Charles Leclerc
2. Max Verstappen
3. Valtteri Bottas
4. Lewis Hamilton
5. Sebastian Vettel

Giro 71/71 – BANDIERA A SCACCHI! Verstappen vince il GP Austria, rimandando ancora la prima vittoria di Leclerc. Terzo posto per Bottas, che chiude davanti a Vettel. Ma la direzione gara mette sotto indagine il contatto tra i due, quindi tutto sub-judice


Giro 70/71 –
Vettel effettua il sorpasso su Hamilton
Giro 69/71 – Contatto gomma-gomma tra i due ma l’0landese riesce a passare in testa al GP Austria


Giro 68/71 –
Altra ottima difesa da parte del ferrarista
Giro 67/71 –
Il monegasco resiste


Giro 66/71 – Ora è appena di un secondo il distacco
Giro 65/71 –
1.9 secondi ora tra Verstappen e Leclerc! E Vettel ha quasi preso Hamilton
Giro 63/71 –
Ora il distacco si è ridotto a tre secondi
Giro 61/71 –
L’olandese della Red Bull ritocca il tempo sul giro ed ora è a quattro secondi dal monegasco
Giro 59/71 –
Nuovo giro più veloce del GP Austria da parte di Verstappen, che riduce a 4.5 secondi il suo distacco dalla vetta


Giro 56/71 –
L’olandese passa anche la Mercedes del finlandese ed ora è secondo alle spalle di Leclerc
Giro 54/71 –
Giro più veloce del GP Austria per Vettel
Giro 53/71 –
Verstappen è on-fire e ha messo nel mirino Bottas
Giro 51/71 –
La Ferrari n°5 di nuovo ai box e rimonta gomme soft (banda rossa)
Giro 50/71 –
Dopo due giri di lotta l’olandese riesce a passare Vettel ed è momentaneamente sul podio


Giro 48/71 –
Per ora il tedesco riesce a restare davanti


Giro 47/71 –
Verstappen è ormai sotto il secondo di distacco
Giro 45/71 –
L’olandese abbassa il tempo sul giro ed ora è a 1.6 secondi da Vettel
Giro 44/71 –
Giro più veloce del GP Austria per Max Verstappen (ora è a 2.1 secondi dal tedesco della Ferrari)
Giro 43/71 –
Lewis Hamilton decisamente sotto tono con le gomme dure
Giro 42/71 –
Il britannico della McLaren riesce a passare la Renault dell’australiano. 4.4 secondi tra Leclerc e Bottas, a 8 secondi Vettel e a circa 10.5 secondi Verstappen
Giro 39/71 –
Lotta tra Ricciardo e Norris per la settima posizione
Giro 38/71 –
Cinque secondi tra Leclerc e Bottas, circa dieci tra i due ferraristi


Giro 36/71 –
Il monegasco torna a martellare anche con le hard e si prende il giro più veloce del GP Austria (appena superata la metà gara)
Giro 33/71 –
Dopo un lungo duello Gasly riesce a passare davanti a Raikkonen
Giro 32/71 –
Sosta anche per Verstappen e Leclerc torna in testa alla corsa
Giro 31/71 – Si ferma il britannico della Mercedes e cambia sia il musetto che le gomme (montando le medie) e termina alle spalle del tedesco della Ferrari (che ritocca il tempo sul giro)
Giro 30/71 –
Nuovo giro più veloce del GP Austria per Sebastian Vettel
Giro 28/71 –
Tra i piloti di testa non si sono ancora fermati Hamilton (che si lamenta di una perdita di downforce all’anteriore) e Verstappen
Giro 26/71 –
Pit-stop anche per Norris e Gasly
Giro 23/71 –
Sosta anche per il monegasco, montando sempre gomme a banda bianca. Giro più veloce del GP Austria per Hamilton
Giro 22/71 –
Si fermano Bottas e Vettel ma al box Ferrari non sono stati tempestivi con le gomme e ha perso circa 3 secondi. Hanno montato entrambi gomme dure (banda bianca)
Giro 20/71 –
Il finlandese della Mercedes crolla a 4.8 secondi dalla vetta, con Hamilton e Vettel che gli si sono parecchio avvicinati


Giro 19/71 –
Leclerc si riprende il miglior tempo sul giro ma poi viene battuto dal compagno di squadra
Giro 17/71 –
Giro più veloce del GP Austria da parte di Verstappen
Giro 16/71 –
Bottas si allontana da Leclerc (ora a 3.7 secondi) ed il più veloce in pista è Vettel
Giro 14/71 –
Sorpasso di Norris ai danni del finlandese dell’Alfa Romeo
Giro 13/71 – Drive through per il pilota danese, reo di esser partito fuori dalla sua piazzola


Giro 12/71 –
Il primo a fermarsi per il pit-stop è Magnussen con la sua Haas


Giro 9/71 –
Anche Verstappen sorpassa Raikkonen e sale in quinta posizione
Giro 8/71 –
Leclerc ha ora 2.6 secondi sul finlandese della Mercedes e 5.1 sul britannico (ricordando che entrambi montano gomme medie, come del resto Verstappen, contro le soft degli altri)


Giro 7/71 –
Sorpassi effettuati
Giro 6/71 –
Davanti le cose non cambiano, mentre Vettel è nella scia di Raikkonen e Verstappen in quella di Norris
Giro 4/71 –
Il monegasco ha 2.1 secondi di vantaggio su Bottas e 4 su Hamilton. Il tedesco della Ferrari apre il DRS e passa il britannico della McLaren
Giro 3/71 –
Leclerc già detta il passo e realizza il giro più veloce del GP Austria
Giro 1/17 – Partito il GP Austria! Partenza lentissima di Max Verstappen e viene sfilato da diverse vetture, terminando dietro a Vettel (che ha guadagnato tre posizioni in partenza)
15.10 –
I piloti iniziano il ripasso del Red Bull Ring
15.02 –
Meno di dieci minuti al via del giro di ricognizione


14.10 – 
Buon pomeriggio appassionati di SuperNews e benvenuti alla diretta scritta del GP Austria, nona prova del Mondiale di Formula 1 2019, che prenderà il via tra un’ora esatta

F1, GP Austria 2019: la griglia di partenza

La Ferrari, nella giornata di ieri (29 giugno), ha conquistato la pole position del GP Austria con il monegasco Charles Leclerc (seconda della stagione e della carriera, dopo quella del GP Bahrain) e al suo fianco partirà la Red Bull di Max Verstappen, che ha realizzato un tempo di ben quattro decimi superiore. In seconda fila abbiamo la Mercedes di Valtteri Bottas, a 534 millesimi dal miglior tempo, che precede la Mercedes di Lewis Hamilton, mentre in terza abbiamo la McLaren di Lando Norris e l’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen, con il britannico delle Frecce d’Argento che è stato penalizzato di tre posizioni sulla griglia proprio per aver ostacolato il finlandese in Q1.

Completano la top-10 Antonio Giovinazzi con la seconda Alfa Romeo, Pierre Gasly (Red Bull), Sebastian Vettel con la seconda Ferrari (che ha patito un problema alla linea di alimentazione pneumatica al motore, durante il Q3) e Kevin Magnussen (Haas, costretto alla sostituzione del cambio e le conseguenti cinque posizioni di penalità).

Nico Hulkenberg (Renault) ha invece subito una penalità di 5 posizioni per aver cambiato una componente della sua Power Unit, mentre Alexander Albon (Toro Rosso) e Carlos Sainz (McLaren) ne hanno cambiate diverse e partiranno in fondo allo schieramento, con George Russell (Williams) che ha subito la stessa penalità del connazionale Hamilton ma nel complesso ne ha guadagnata una rispetto al suo risultato delle qualifiche.

1 – Charles Leclerc (Ferrari) – 1’03″003 – Q3
2 – Max Verstappen (Red Bull-Renault) – 1’03″439 – Q3
3 – Valtteri Bottas (Mercedes) – 1’03″537 – Q3
4 – Lewis Hamilton (Mercedes) – 1’03″262 – Q3 ***
5 – Lando Norris (McLaren-Renault) – 1’04″099 – Q3
6 – Kimi Raikkonen (Alfa Romeo-Ferrari) – 1’04″166 – Q3
7 – Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo-Ferrari) – 1’04″179 – Q3
8 – Pierre Gasly (Red Bull-Honda) – 1’04″199 – Q3
9 – Sebastian Vettel (Ferrari) – no time – Q3
10 – Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) – 1’04″072 – Q3 **

11 – Romain Grosjean (Haas-Ferrari) – 1’04″490 – Q2
12 – Daniel Ricciardo (Renault) – 1’04″790 – Q2
13 – Sergio Perez (Racing Point-Mercedes) – 1’04″789 – Q1
14 – Lance Stroll (Racing Point-Mercedes) – 1’04″832 – Q1
15 – Nico Hulkenberg (Renault) – 1’04″516 – Q2 **

16 – Daniil Kvyat (Toro Rosso-Honda) – 1’05″324 – Q1
17 – Robert Kubica (Williams-Mercedes) – 1’06″206 – Q1
18 – George Russell (Williams-Mercedes) – 1’05″904 – Q1 ***
19 – Alexander Albon (Toro Rosso-Honda) – 1’04″665 – Q2 *
20 – Carlos Sainz (McLaren-Renault) – 1’13″601 – Q2 *

* Piloti che partono in ultima fila
** 5 posizioni di penalità
*** 3 posizioni di penalità

F1, Gp Austria: l’albo d’oro delle vittorie sul Red Bull Ring
Piloti
2 – Mika Hakkinen (Finlandia): 1998, 2000
Michael Schumacher (Germania): 2002, 2003
Nico Rosberg (Germania): 2014, 2015
1 – Jacques Villeneuve (Canada): 1997
Eddie Irvine (Regno Unito): 1999
David Coulthard (Regno Unito): 2001
Lewis Hamilton (Regno Unito): 2016
Valtteri Bottas (Finlandia): 2017
Max Verstappen (Paesi Bassi): 2018
Costruttori
4 – Mercedes: 2014, 2015, 2016, 2017
3 – Ferrari: 1999, 2002, 2003
McLaren: 1998, 2000, 2001
1 – Williams: 1997
Red Bull Racing: 2018

F1, Gp Austria 2019: dove seguirlo
Il Gran Premio sarà visibile in diretta esclusiva sui canali satellitari di Sky Sport, con la possibilità di usufruire dei servizi streaming di Sky Go e NOW TV.

notizie sul temaFlavio Briatore.” Leclerc è riuscito in alcune gare a cooptare meglio di Vettel. Il mondiale è stato deciso nella prima gara”F1: i 5 miglior momenti del GP d’Italia 2019F1: Charles Leclerc salverà la F1 dalla noia?
  •   
  •  
  •  
  •