F1, Qualifiche GP Austria 2019: Leclerc firma la seconda pole della carriera. La griglia di partenza completa

Pubblicato il autore: Mattia Orlandi Segui

GP Austria

Charles Leclerc si prende di forza la pole position del GP Austria, nona prova del Mondiale di Formula 1 2019. Il monegasco della Ferrari ha realizzato il tempo di 1’03”003 (nuovo record del Red Bull Ring), ottenendo anche la sua seconda partenza al palo stagionale (e della carriera). Al suo fianco partirà la Mercedes di Lewis Hamilton (che però ha ricevuto tre posizioni di penalità per aver ostacolato Kimi Raikkonen), mentre in seconda fila troviamo la Red Bull di Max Verstappen e l’altra Mercedes con Valtteri Bottas. Ancora problemi per Sebastian Vettel, che non ha potuto neanche disputare il Q3 e partirà dalla quinta fila.

In terza fila troviamo invece la Haas di Kevin Magnussen (ma partirà 10° a causa della sostituzione del cambio), con le Alfa Romeo di Raikkonen ed Antonio Giovinazzi (per lui seconda Q3 consecutiva) ad occupare l’intera quarta fila e alle loro spalle c’è la seconda Red Bull con Pierre Gasly. Nico Hulkenberg (Renault), Alexander Albon (Toro Rosso) e Carlos Sainz (McLaren) partiranno in fondo allo schieramento per aver sostituito diverse parti delle loro Power Unit e George Russell (Williams) è stato penalizzato, alla stessa maniera del connazionale, per aver ostacolato la Toro Rosso di Daniil Kvyat.

CLICCA QUI PER AGGIORNARE IL LIVE

QUALIFICHE GP AUSTRIA 2019
Red Bull Ring, nona prova del Mondiale di F1

16.02 – BANDIERA A SCACCHI! Leclerc si prende la pole position del GP Austria, con il tempo di 1’03”003, precedendo Hamilton e Verstappen. Quarto Bottas e Vettel partirà nono (grazie alla penalizzazione di Magnussen)


Q3 –
I piloti ora effettueranno il secondo tentativo di questa ultima sessione di qualifiche del GP Austria
Q3 – Pole provvisoria per Leclerc (1’03”208), precedendo Bottas di tre decimi e poi Verstappen ed Hamilton. L’altra Ferrari invece rinuncia a scendere in pista, dato che il problema non è stato risolto


Q3 –
Primo tempo cronometrato per Raikkonen (1’04”734), che precede di otto millesimi Giovinazzi. Tutti in pista tranne Vettel, sulla cui vettura i meccanici stanno ancora lavorando
15.48 – AL VIA LA Q3! Dodici minuti a disposizione per l’assalta alla pole position, alla quale parteciperanno le due Ferrari, le due Mercedes, le due Red Bull, le due Alfa Romeo, la McLaren di Norris e la Haas di Magnussen
15.43 –
Il box della Rossa è in fermato e si lavora sulla vettura di Vettel

potrebbe interessarti ancheF1, Gp del Giappone. Ferrari: dichiarazioni e analisi post gara


15.40 – Terminata la Q2 del GP Austria: miglior tempo del monegasco della Ferrari (che si migliora ancora), precedendo il suo compagno di team (entrambi su soft). La Mercedes partirà con gomme medie, così come Verstappen. Eliminati invece Grosjean, Hulkenberg, Albon, Ricciardo e Sainz


Q2 –
Il francese della Haas ha danneggiato la sua ala anteriore, dopo esser andato sul cordolo


Q2 –
Quattro minuti al termine e sono a rischio eliminazione Hulkenberg, Albon, Grosjean, Ricciardo e Sainz
Q2 – Arriva la comunicazione che sia Hamilton che Russell (quest’ultimo per aver ostacolato Kvyat) saranno investigati dopo il termine delle qualifiche del GP Austria
Q2 –
Un Leclerc particolarmente ispirato (modello GP Bahrain) ottiene il miglior tempo in 1’03’459 con le soft (banda gialla): due decimi a Vettel e con l’olandese della Red Bull davanti alle Frecce d’Argento
Q2 –
Anche Verstappen in pista con le medie
15.26 – INIZIA LA Q2! Questa volta sono quindici i minuti a disposizione dei piloti e sempre gli ultimi cinque verranno eliminati. Subito in pista le due Mercedes, con gomma media (banda gialla)
15.19 – Terminata la Q1 del GP Austria: miglior tempo dell’olandese della Red Bull, davanti ad Hamilton (con il suo taglio di strada a Raikkonen nemmeno investigato) e Bottas. Eliminati Perez, Stroll, Kvyat, Russell e Kubica


Q1 –
Verstappen si inserisce tra le due Ferrari. Tre minuti al termine di questa prima porzione di qualifiche ed a rischio eliminazione ci sono Albon, Kvyat, Stroll, Russell e Kubica
Q1 – Il monegasco abbassa il limite, con gomma media. Due decimi al compagno di squadra a parità di mescola, mentre la Mercedes soffre con le soft
Q1 –
1’04”304: miglior tempo di Leclerc, davanti a Gasly e Vettel


Q1 –
Norris si porta in testa alla graduatoria ed Hamilton taglia la strada a Raikkonen, con quest’ultimo che gli mostra il dito medio
Q1 –
Primo tempo cronometrato della sessione per l’Alfa di Antonio Giovinazzi (1’05”027)
15.00 – INIZIA LA Q1! 18 minuti a disposizione dei piloti e gli ultimi cinque piloti classificati saranno di conseguenza eliminati
14.50 –
Dieci minuti al via delle prove ufficiali del GP Austria

potrebbe interessarti ancheF1 Gp del Giappone. Bottas trionfa a Suzuka e la Mercedes vince il suo sesto Mondiale Costruttori.


14.28 –
E’ stato sostituito il cambio sulla Haas di Magnussen, quindi subirà una penalità di cinque posizioni sulla griglia di partenza
13.08 –
Buon pomeriggio appassionati di SuperNews e benvenuti alla diretta scritta delle qualifiche del GP Austria. Nelle ultime prove libere ancora miglior tempo di Leclerc, davanti ad Hamilton, Bottas e Vettel

F1, GP Austria 2019: i risultati delle prime due sessioni di libere

Nella prima giornata di prove libere del GP Austria 2019, sul Red Bull Ring, il miglior tempo è stato realizzato da Lewis Hamilton con la Mercedes, realizzando il tempo di 1’04”838 durante la FP1. Alle sue spalle si piazza la Ferrari di Sebastian Vettel, che si ferma a poco meno di un decimo e mezzo di distacco, precedendo di 17 millesimi l’altra Mercedes di Valtteri Bottas e di 104 il compagno di squadra Charles Leclerc (miglior tempo in FP2, uno dei pochi ad aver migliorato il tempo del mattino).

Quinto posto per la Red Bull di Max Verstappen, che chiude davanti al compagno di team Pierre Gasly. Chiudono la top-10 Carlos Sainz con la McLaren, la Haas di Romain GrosjeanKimi Raikkonen (Alfa Romeo, che assieme al francese ha realizzato il miglior tempo nella seconda sessione) e Daniel Ricciardo (Renault); sempre un buon equilibrio a centro gruppo e anche questa volta tra l’undicesimo (Kevin Magnussen con l’Alfa Romeo) e il diciottesimo (Lance Stroll con la Racing Point) ci sono nove decimi di distacco.

La seconda sessione è stata piuttosto complicata, con Verstappen e Bottas che hanno sbattuto alle curve 10 e 6 e Vettel ha evitato per poco l’impatto con le barriere nella stessa curva dell’olandese; Alexander Albon (Toro Rosso), Nico Hulkenberg (Renault) e Sainz partiranno infine in fondo allo schieramento per la sostituzione di vari componenti delle rispettive Power Unit.

F1, Gp Austria: l’albo d’oro delle pole position sul Red Bull Ring
Piloti
2 – Mika Hakkinen (Finlandia): 1999, 2000
Michael Schumacher (Germania): 2001, 2003
Lewis Hamilton (Regno Unito): 2015, 2016
1 – Jacques Villeneuve (Canada): 1997
Giancarlo Fisichella (Italia): 1998
Rubens Barrichello (Brasile): 2002
Felipe Massa (Brasile): 2014
Valtteri Bottas (Finlandia)
Costruttori
3 – Ferrari: 2001, 2002, 2003
Mercedes: 2015, 2016, 2017
2 – McLaren: 1999, 2000
Williams: 1997, 2014
1 – Benetton: 1998

F1, Gp Austria 2019: dove seguirlo
Il Gran Premio sarà visibile in diretta esclusiva sui canali satellitari di Sky Sport, con la possibilità di usufruire dei servizi streaming di Sky Go e NOW TV.

notizie sul temaF1, GP Giappone 2019: Bottas vince la gara, Mercedes il sesto Mondiale Costruttori consecutivo. 2° VettelGP del Giappone: Sebastian Vettel trova la pole position a Suzuka davanti a LeclercF1 Gp Giappone, streaming gratis, Diretta TV e orari
  •   
  •  
  •  
  •