Michael Schumacher: la leggenda continua

Pubblicato il autore: Giuseppe Porro Segui


Il mese scorso (esattamente il 3 gennaio) il leggendario e formidabile Michael Schumacher a compiuto 50 anni, e su la leggenda di uno dei più grandi piloti della formula uno si sa tutto sportivamente parlando: sette volte campione del mondo (due volte con la Benetton e cinque volte con la Ferrari); novantuno gran premi vinti; centocinquantacinque podi; sessantotto pole position; settantasette giri veloci ed una altra miriade di record che facciamo fatica a ricordare. Un vero stacanovista; un vero tedesco; un vero “kaiser” (nomignolo che al tedesco è stato affibbiato nel “circus”) oggi purtroppo complice il destino, di Michael Schumacher si sono un pò perse le tracce ma è anche plausibile vista la tragedia che ha colpito il campione tedesco. E la riservatezza richiesta dalla famiglia, e un atto dovuto al campione che è stato e alla storia che ha scritto ed interpretato

potrebbe interessarti ancheVerstappen è il 100esimo pilota a conquistare la Pole Position

La leggenda
Michael Schumacher è una leggenda della formula uno (come gli indimenticabili Ayrton Senna; Gilles Villeneuve; Nigel Mansell o Alain Prost) e del mondo sportivo in generale (come Mike Tyson; Karim Abdul Jabbar; George Best o Tiger Woods) anche se il tedesco va annoverato nella categoria (come molti dei già citati) dei belli; vincenti e dannati (e ne è pieno il mondo dello sport, ma anche della musica e del cinema). Dannato purtroppo per un “banale” incidente sulla neve (e non per uno stile di vita sregolato, anzi tutt’altro) che ha stravolto e sconvolto la sua vita e della sua famiglia, per uno che era abituato a viaggiare a 300 km orari per ragione di vita. Ma se il campione tedesco lotta ancora, e anche per l’amore incondizionato dei fans che si fa sentire ancora fortissimo, tanto che la moglie Corinna e i suoi figli hanno voluto ringraziare tutti su Twitter dal profilo ufficiale dell’ex pilota tedesco per l’affetto che ancora riceve alla luce del suo cinquantesimo compleanno e del venticinquesimo anniversario del suo primo titolo mondiale. Schumacher comunque è un nome che tornerà presto in voga in Formula 1 anche grazie al figlio di Michael Schumacher, ovvero Mick. Schumacher junior dopo aver fatto bella figura nel campionato europeo di Formula 3 ed essere passato al mondiale di Formula 2, è stato ingaggiato dalla Ferrari per entrare a far parte della Ferrari Driver Academy  quindi molto presto ci potrebbe essere qualche test sulla monoposto e magari in un futuro prossimo affiancare l’altro tedesco designato erede del padre, ovvero Sebastian Vettel già protagonisti insieme in Messico alla Race of Champions

potrebbe interessarti ancheDiretta tv Formula 1 2019: Gp Ungheria

Michael
Adesso bisogna solo aspettare, aspettare che la leggenda Michael Schumacher  torni a vivere una vita normale visto che quel brutto incidente da 5 anni (era il dicembre 2013) ha sconvolto la sua famiglia e tutti gli sportivi che lo amano. Le ultime (con il beneficio del dubbio) danno il pilota finalmente non più costretto al letto, e finalmente senza l’aiuto delle macchine per alimentarsi. La speranza di tutti è vederlo al più presto salutare tutti gli sportivi del mondo ricambiando l’affetto ricevuto anche con un tweet; un post; oppure (è sarebbe molto meglio) con un gesto della mano. Forza Michael ti aspettiamo!

notizie sul temaPartita del cuore 2019: da Ronaldo ad Allegri in campoMick Schumacher in Ferrari, Rosin: ‘Quest’opportunità lo ripaga di tutti i suoi sforzi’Mick Schumacher firma con la Ferrari Driver Academy
  •   
  •  
  •  
  •