Sci, Elena Franchini cade in allenamento: rottura del perone e stagione finita

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Brutte notizie per lo sci italiano dove la sciatrice alpina Elena Franchini  ieri è caduta durante un allenamento di Super G a Copper Mountain (Colorado) riportando la frattura di un dito della mano ed un trauma distorsivo-contusivo al ginocchio sinistro, con frattura del perone prossimale. Per l’atleta azzurra questa caduta gli fa dire addio alla stagione prima ancora di averla cominciata e ferma bruscamente il percorso di recupero visto che all’inizio del mese era tornata in squadra dopo aver sconfitto il tumore che l’aveva colpito all’inizio dell’anno e che l’aveva costretta a saltare i Giochi Olimpici invernali di Pyeonhang.
La sciatrice azzurra stava cercando di ritrovare la migliore condizione dopo quasi un anno di inattività, ma purtroppo un piccolo errore gli è stato fatale.
Nelle prossime ore la Franchini rientrerà in Italia dove la commissione medica Fisi (Federazione Italiana Sport Invernali), la sottoporrà ad ulteriori controlli..

potrebbe interessarti ancheBerrettini-Seppi 4-6 6-3 6-2 (Video Highlights Atp Halle 2019): il romano vince il derby azzurro e centra i quarti

Veramente sfortunata l’atleta italiana che prossima ai 34 anni bisognerà ora vedere se avrà la forza e soprattutto il fisico per tornare alle gara agonistiche, dopo questo brutto infortunio.
Nella sua carriera la Elena Franchini ha vinto un argento ai Mondiali (2005), due vittorie (2005 e 2015) e due terzi posti nella Coppa del Mondo, una vittoria (2012) e quattro terzi posti nella Coppa Europa, sette ori e quattro argenti nei campionati italiani.

potrebbe interessarti ancheIncidente per il mondo dello sci: Goggia illesa!

notizie sul temaBiathlon, doppietta azzurra: Wierer vince la Coppa del Mondo e scrive una nuova pagina nella storia dello sport italiano, Vittozzi secondaSci di Fondo, sprint Quebec City: Klæbo irraggiungibile, Pellegrino secondo. Tripletta svedese al femminile guidata da NilssonBiathlon, mass start femminile/maschile: doppio oro mondiale per Wierer e Windish. Impresa storica a Östersund: era dal 1997 che gli azzurri non vincevano un titolo
  •   
  •  
  •  
  •