San Francisco 49ers, Carlos Hyde salta la prima di Regular Season?

Pubblicato il autore: Marco Tarantino Segui

nflI San Francisco 49ers sono stati sconfitti per 21-10 contro i Green Bay Packers (ancora si tratta di preseason, si inizierà a fare sul serio solo a settembre): è stata l’occasione per vedere sia Blaine Gabbert che Colin Kaepernick in campo, insieme. Il veterano nel ruolo di quarterback e Colin si giocano il posto di QB titolare per la prossima regular seson: al momento Gabbert è però nettamente favorito ed in pole per quel ruolo negli starters visto che nell’apparizione in campo, Kaepernick ha destato non ottime impressioni. I San Francisco 49ers si sono ritrovati un giocatore del livello inferiore rispetto a quello che si aspettavano di trovare.

Oltre a questo a complicare la situazione c’è il comportamento di Colin Kaepernick che durante l’inno nazionale non si è alzato in piedi ed è anzi rimasto seduto: un segno di mancanza di rispetto importante per una nazione che tiene in modo davvero importante al mito della patria e che ritiene l’inno un momento sacro nella propria cultura e cultura sportiva. Contro i Packers Colin è rimasto seduto per l’ennesima volta in questa preseason, ma questa volta indossando l’uniforme, visto che è rientrato da poco da un infortunio, il che ha destato molto clamore negli States.

Leggi anche:  L'agente di Nibali smentisce i contatti con l'Ineos

Il motivo lo ha svelato solo in seguito, affermando che non voleva prendere parte ad una celebrazione per uno stato che non difende i diritti dei neri, dopo l’ennesima uccisione di un uomo di colore da parte della polizia in America: il giocatore ha rilasciato una intervista significativa e la franchigia non ha preso provvedimenti nei suoi confronti anzi ha appoggiato il suo comportamento, dicendo che ognuno ha libertà di celebrare o meno durante l’inno nazionale, di alzarsi in piedi o stare seduto a seconda delle proprie idee.

“L’inno nazionale è ora e sempre sarà un momento fondamentale nella cerimonia di apertura della gare: è una opportunità di onorare il nostro paese e riflettere sulle grandi libertà che sono concesse ai cittadini. In segno di rispetto verso questi principi americani come la libertà di professare la propria religione, la libertà di espressione, riconosciamo i diritti di chiunque di decidere o meno di partecipare o meno a questa celebrazione dell’inno.”

Leggi anche:  Ciclomercato 2022, Ineos Grenadiers vuole Nibali? L'indiscrezione

 

Altre notizie non positive arrivano da Carlos Hyde, il running back della squadra che contro i Green Bay Packers ha subito una botta in testa, ed ora (visti i rigidi controlli della lega di football ma in generale di tutte le leghe agonistiche del paese a stelle e strisce) dovrà superare le fasi relative al protocollo per questo tipo di infortuni (ricordate Klay Thompson due anni fa contro i Cleveland Cavaliers nelle Finals poi vinte?).

Hyde ha fatto registrare 30 yards in 4 carries contro i Packers, ma potrebbe saltare(anzi dovrebbe) per la sfida di apertura dei Philadelphia 49ers in questa stagione. Se dovesse stare fermo a lungo, sarebbe davvero un duro colpo per la sua franchigia ed il suo sistema offensivo che già durante la preseason non ha brillato per efficienza. La gara di apertura dei Philadelphia 49ers è lunedì, nel Monday Night Football Event, il 12 settembre contro i Los Angeles Rams.

Leggi anche:  Ciclomercato 2022, Ineos Grenadiers vuole Nibali? L'indiscrezione

 

 

 

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: