Beach volley: il cammino di qualificazione per le Olimpiadi di Tokio 2020

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Mancano ancora 623 giorni all’inizio dei Giochi Olimpici di Tokio 2020, ma la federazione internazionale di beach volley ha già deciso il regolamento per le qualificazioni delle coppie di ambo i sessi. I posti disponibili saranno 24 per la competizione maschile e 24 per quella femminile.
Gli atleti saranno ritenuti eleggibili qualora avessero partecipato ad almeno dodici eventi tra il 1 settembre 2018 e il 14 giugno 2020: in base a questo sarà stilato il ranking olimpico. Un posto in entrambi i tabelloni è già occupato dal Giappone, paese ospitante.
Il processo di qualificazione, seguirà le seguenti tappe:

  • Torneo di Qualificazione Olimpica (2 posti in palio): le due vincitrici dei play off del torneo si qualificheranno per i Giochi Olimpici; il torneo si disputerà in Cina.
  • Campionati del Mondo: (1 posto in palio): la coppia che si aggiudicherà la rassegna iridata in programma ad Amburgo dal 28 giugno al 7 luglio 2019, conquisterà la qualificazione.
  • Ranking Olimpico al 15 giugno 2020 (15 posti in palio): le 15 migliori coppie del ranking olimpico (alla data del 15 giugno 2020) avranno diritto a disputare i Giochi di Tokyo.
  • Continental Cup: il processo si concluderà il 28 giugno 2020. La competizione è suddivisa in prima (maggio-giugno 2019), seconda (maggio 2020) e fase finale (23-28 giugno 2020). La prima classificata di ogni Continental Cup si qualificherà per le Olimpiadi.Nella competizione ogni nazione sarà rappresentata da due squadre per sesso e alla fase finale non prenderanno parte le formazioni già precedentemente qualificate.
  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Pallamano Champions League: la finale è Aalborg-Barcellona