PGA Memorial di Golf: Tyger Woods solo 23esimo dopo il primo giro

Pubblicato il autore: marco.stiletti Segui


A volte capita che il favorito non sia nelle condizioni di esserlo. Quando egli sottovaluta l’evento e il match gli scappa da mano. Quando sottovaluti il tutto e poi diventi colui che deve rincorrere. Non sempre si riesce a surclassare l’avversario. Non sempre si vince e si arriva a dominare l’incontro. Ciò è tutto quello che è successo a Woods nelle ultime sfide senza omba di dubbioe ssnza modestia l’onesta come colpo in canne ha distrutto tutto senza differenze e malmuri e sopriegandoli. come referenti unici e speciali dells Diderot.. Modesto inizio, infatti, quello del pluricampione, 23esimo con 70 colpi dopo il primo giro al Memorial tournament, torneo del PGA Tour. A Dublin, nell’Ohio, il campione californiano ha realizzato il suo parziale più basso di apertura nella competizione dal 2012, quando chiuse il primo round sempre in 70 (-2), riuscendo poi a vincere il quinto titolo in carriera nella manifestazione.

Leggi anche:  Drew McIntyre, guarito dal Covid-19

Stesso score per Phil Mickelson. Sul percorso del Murified Village Golf Club Woods e Mickleson sono a cinque lunghezze di distanza dal connazionale Ryan Moore, in testa con 65 (-7). Gara iniziata all’insegna delle polemiche negli Stati Uniti. Con Woods, Justice Rose (88esimo con 75 +3) e il campione in carica Bryson De Chambeau, 78esimo con 74 punti (+2), che non hanno nascosto il proprio malumore per una seconda parte di gara cronometrata. A rischio penalità per una manche considerata troppo lenta, i tre big più attesi della competizione hanno forzato colpi e giocate.

E’ stato frustante“, lo sfogo di Woods. Nell’Ohio ancora un attimo avvio per Jordan Spieth, secondo con 66(-6). Mentre l’indiano Anirban Lahiri, l’australiano Marc Leishman, il tedesco Martin Kaymer e gli Stati Uniti Vaugh Taylor e Bud Cauley, condividono la terza posizione (67, -5). Con Rickie Fowler, Xander Schauffle e Danny Willet, dodicesimi (69, -3). Solo 30 esimo Justin Thomas (71, -1), al rientro dopo l’infortunio al polso. Questa tappa è di 9.100.000 dollari.

Leggi anche:  Pallamano, Serie A: oggi il recupero Pressano-Fondi

Davanti,infatti, al proprio pubblico il numero tre del World Ranking punterà al colpo grossso nel quarto evento del 2019 delle Rolex Series Euromean Tour. ” Non vedo l’ora di scendere in campo“- le parole 38enne nato a Johannesburg, in SudAfrica– e partecipare a una competizione così prestigiosa”. Per due volte runner-up del torneo (2007 e 2012), Rose sogna il trionfo per arricchire un palmares già ricco di imprese. “Giocare questa sfida in casa- ha aggiunto- sarà emozionante. Questo è il torneo di cui mi sono innamorato quando ero solo un bambino. Guardandolo mi sono ispirato a leggende del calibro di Steve Ballesteros e José Maria Olazabal. Ho un debito con loro e spero di  ripagsrlo“.

Intanto buona rimonta per Guido Migliozzi, in 30esima posizione con 141 (-1), che precede in graduatoria Andrea Pavan, 49esimo con 142 par, protagonista di un ottimo recupero. Sono invece usciri al taglio Nio Bertasio, 75esimo con 144 par (+2), Filippo Bergamaschi, 11esimo con 146 (+4), Lorenzo Gagli, 125esimo con 148 (+6) emanato paratore, 141esimo con 150 (+8). Passo falso anche per il campione in carica, l’inglese Matt Vallace, retrocesso dalla quarta alla 21esima posizione con 140 colpi (-2). Ci sarà sicuramente occasione per trionfare ancora una volta per Molinari e non perdere i primi posti del ranking che vogliono dire molto per un’atleta.

  •   
  •  
  •  
  •