Olimpiadi 2020 rinviate? Il premier giapponese: “La cancellazione non è un’opzione”

Pubblicato il autore: Paolo Russo Segui

Le Olimpiadi di Tokyo 2020 sono l’enigma del momento. Tanti gli interrogativi che ruotano attorno ai giochi olimpici, tant’è che il CIO si è preso un mese di tempo per ragionarci su. Ma le opzioni in ballo sono diverse, come ad esempio rinviare le Olimpiadi di Tokyo 2020.

Olimpiadi 2020 rinviate?

Parte della comunità internazionale, non necessariamente legata allo sport, vorrebbe una cancellazione o un rinvio della manifestazione. Il Premier giapponese, Shinzo Abe, spinge invece per uno slittamento di qualche mese (ottobre 2020). Il Premier, in una seduta parlamentare, si è allineato alla posizione del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) dichiarando che la cancellazione non è un’opzione da considerare. Le Olimpiadi si faranno e, tutt’al più, verranno posticipate per tutelare al meglio la salute di tutti gli atleti. Ovviamente, tutto dipenderà dallo stato della pandemia dei prossimi mesi in tutto il globo.

Il fronte del NO

Intanto Canada ed Australia hanno fatto sapere che non manderanno i loro atleti a Tokyo, a meno che i Giochi non saranno rinviati di un anno. La decisione arriva dopo le chiare richieste di rinvio da parte di diverse federazioni internazionali. Molti atleti statunitensi sarebbero favorevoli per un rinvio dei giochi, ma il comitato olimpico USA ancora non si è ancora espresso chiaramente sulla vicenda, generando diverse critiche nel mondo sportivo a stelle e strisce.

Il bilancio sportivo

Oltre alle perdite economiche, da mettere in conto è la preparazione degli atleti, la quale viene appositamente organizzata e strutturata a seconda delle manifestazioni sportive in programma. Slittare le Olimpiadi di un anno, o addirittura di due anni, comporterebbe una rimodulazione degli allenamenti e la possibilità reale che chi era stato selezionato per partecipare quest’anno, potrebbe anche non venir selezionato per l’anno dopo. Bisogna prendere atto anche del fatto che le condizioni di allenamento degli atleti, allo stato attuale, non sono delle migliori: molti sportivi, in tutto il mondo, si stanno allenando in spazi in cui non è possibile svolgere allenamenti completi e del tutto corretti.

Insomma, Olimpiadi 2020 rinviate? Staremo a vedere.

  •   
  •  
  •  
  •