Il grande sport all’Univpm: niente evento a causa del Coronavirus

Pubblicato il autore: daniele bartocci Segui

L’emergenza Covid-19 ha bloccato lo sport, rendendo impossibile organizzare qualsiasi iniziativa di tipo sportivo, culturale, ricreativa. L’auspicio è quello di poter tornare al più presto alla normalità, migliorando quello che di buono è stato fatto nella passata stagione. Non sembra vero, invece è già passato un anno. Ebbene sì, sono già volati 12 mesi da quell’interessante convegno finanziato dall’Università Politecnica delle Marche con l’organizzazione dell’associazione AzioneUnivpm, dal titolo “Giornalismo sportivo, comunicazione e marketing: nuove frontiere del racconto e modelli integrati di sviluppo del linguaggio e delle performance nell’ecosistema sportivo“.

Un convegno ben riuscito  e ripreso da numerosi media, che purtroppo l’attuale situazione di emergenza rende impossibile replicare.
Il 14 maggio dello scorso anno professionisti del marketing e della comunicazione sportiva si confrontarono davanti a una platea composta da studenti, tecnici del settore e semplici appassionati. Tema centrale quello della comunicazione, del marketing e dei nuovi modelli di strategia applicati al business sportivo.  Ospiti del convegno furono Francois Salvagni (coach Mulhouse e Direttore Coach Factor), Gianmarco Menga (giornalista Mediaset), Lorenzo Governatori (Sutor Basket Montegranaro), Enrico Bertoni (Azimut Modena), Paolo Giardinieri (noto scoutman di Julio Velasco), Simone Bolognesi (imprenditore di Milano Marittima, volto tv e primo uomo italiano di Belen), Federico Manzotti (storico Direttore Sportivo dello Jesi di A2 Basket) e Mauro Cavina (Telestense – Ferrara Basket). Assenza giustificata quella del Direttore Lube Civitanova Volley Beppe Cormio, impegnato nella finale scudetto. A moderare il convegno il giornalista Daniele Bartocci (miglior giornalista under 30 – Premio Renato Cesarini – Myllennium Award). Gli spunti furono estremamente interessanti, tra questi quello di Enrico Bertoni, responsabile Area Digital Azimut Modena: “Per creare un ambiente digitale ottimale in una società occorre dare il giusto valore ai tifosi, con un tono di voce coerente e rispondendo con puntualità a tutte le richieste degli utenti, senza dare spazio  o fomentare  sterili discussioni o inutili polemiche – riportò l’ottimo speaker Enrico Bertoni – Aumentare l’engagement e investire sulla comunicazione al giorno d’oggi fanno la differenza per un club”
La speranza degli organizzatori è quella di tornare presto in aula per replicare un convegno di questa portata. Non sarà facile, ma per il bene di tutti gli appassionati bisognerà provarci appena la situazione lo consentirà.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Zanardi, ad un anno dall'incidente: "Fuori dal letto"