MotoGP, ecco come sarà la ripartenza: mascherine, test e App

Pubblicato il autore: Fosco Taccini Segui

La prossima settimana ci sarà la decisione finale sulla ripartenza della MotoGP, dopo l’interruzione causata dall’emergenza sanitaria da nuovo Coronavirus. E proprio in questi giorni, la Dorna ha diffuso il protocollo sanitario e organizzativo elaborato specificamente per le gare del mondiale di moto.

Cosa prevede il protocollo sanitario e organizzativo elaborato dalla Dorna

Il protocollo sanitario e organizzativo elaborato dalla Dorna prevede: test sierologici e tamponi (con esito negativo) da fornire nei giorni precedenti le gare; utilizzo delle mascherine FFP2, App riservata a chi accede al paddock; rilevazione della temperatura corporea e percorsi differenziati; spazi ben delimitati per le premiazioni e le interviste. Inoltre, non ci sarà più la presenza delle grid girl al fianco dei piloti in griglia di partenza.
Questi sono alcuni degli aspetti principali indicati dalla Dorna nel documento (30 pagine) per il personale che prenderà parte alle fare del campionato.
Il protocollo è adesso al vaglio dei team e degli organizzatori delle competizioni.
Potranno accedere alle gare sono 40 giornalisti, ma solo quelli che fanno parte dei media paganti. Infatti, allo stato attuale non potranno essere ammessi alle gare i giornalisti indipendenti.

Le gare del Motomondiale

Le gare della MotoGP saranno a porte chiuse. Le gare verranno disputate senza pubblico, ne ospiti. Anche il numero del personale di ciascun team sarà contingentato alle strette esigenze. Il numero totale di persone che potranno accedere al paddock sarà di 1.600: team e fornitori massimo 800 persone; staff della Dorna 250 unità; giornalisti delle televisioni 40; membri appartenenti al circuito 450.
Ogni team dovrà indicare l’elenco del personale. I team della MotoGP potranno avere 45 membri della squadra (mentre il personale dei team indipendenti potrà essere massimo 25 persone); in Moto2 e Moto3 il personale scende a 12.

L’accesso al paddock

L’accesso al paddock prevederà un unico percorso pedonale e uno per le auto con rilevamento della temperatura. Potrà accedere al paddock solo chi quattro giorni prima della gara fornirà tamponi e test sierologici con esito negativo. I risultati di questi test per il Covid-19 dovranno essere inviati mediante un’App realizzata ad hoc. Attraverso questa applicazione, inoltre, la Dorna effettuerà il monitoraggio degli autorizzati all’accesso al paddock.
Alla griglia di partenza potranno accedere solo sei membri del team per ogni pilota della MotoGP, mentre potranno accedere solo quattro membri del team più il team manager per ciascuno pilota della Moto2 e della Moto3.

  •   
  •  
  •  
  •