Le parole di Ivan Zaytsev sul suo possibile passaggio dalla Pallavolo al Beach Volley

Pubblicato il autore: Mattia DElia Segui


Ivan Zaytsev
durante una partita di beach volley a porte chiuse a Modena ha parlato alla Gazzetta dello Sport riguardo il beach volley, sia da appassionato e sia da possibile futuro giocatore professionista. Lo Zar, leader della nazionale italiana e della prossima stagione anche del club russo del Keremerovo, che oltre 10 anni fa fu campione sulla sabbia ha parlato della sua esperienza ed anche di un’ipotesi di un passaggio dal taraflex alla sabbia. Ecco di seguito le parole di Ivan Zaytsev.

Le parole di Ivan Zaytsev

Queste le parole del capitano azzurro durante l’intervista alla Gazzetta dello Sport:

“Mi fa male pensare che non si possa ancora giocare. Vedere sulle spiagge le reti abbassate per giocare a beach tennis è ogni volta un colpo al cuore. Si possono fare aperitivi, riaprono i cinema e le discoteche, addirittura le saune, ma a beach volley non si può ancora giocare. Non riesco ancora a capacitarmi“.

Poi il giocatore continua parlando di un possibile futuro sulla sabbia e su una possibile partecipazione ai Giochi Olimpici di Parigi 2024 da beacher:

“Rispetto a 12 anni fa, quando vinsi lo scudetto, lo sport è cambiato. Allora il giocatore di difesa era alto al massimo un metro e novanta. Ora spesso è grosso quanto me. Detto questo, però, mi piacerebbe provarci, ma non so quanto sia fattibile“. Quanto tempo ci metterebbe Zaytsev ad arrivare al livello dei big mondiali? “Dieci anni fa avrei detto 6 mesi. Oggi, col beach più fisico e il livello internazionale molto più alto, ci vuole più tempo. Ad occhio e croce facciamo un anno e mezzo. Per ora sono concentrato sull’Olimpiade di Tokyo, poi avrò solo tre anni per pensare alla successiva. Non nego che è una bella suggestione (partecipare a Parigi 2024 da beacher), ma è un po troppo presto per pensarci seriamente!”

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  UFC, dove vedere McGregor-Poirier: streaming e diretta tv in chiaro MMA?