Zanardi, ecco il video della ricostruzione dell’incidente

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui


Aveva tutte le ossa della faccia rotte“. Queste sono le parole pronunciate dal professore Giuseppe Olivero, che il 19 giugno ha operato d’urgenza Alex Zanardi all’ospedale Le Scotte, in cui il campione bolognese arrivò in condizioni critiche. Il professore subito spiegò la gravità della situazione e i danni provocati dal violento schianto con il tir sulla Statale della Val d’Orcia. Nel corso delle settimane, Alex Zanardi, è stato ricoverato in terapia intensiva, sedato e ventilato meccanicamente. Il campione paralimpico ha subito tre operazioni, di cui l’ultima di ricostruzione cranio-facciale. Le condizioni di Zanardi sono stabili dal punto di vista cardio-respiratorio, ma gravi dal punto di vista neurologico, preoccupando i medici che lo hanno in cura.

Ricostruzione cranio-facciale per Zanardi

Il campione bolognese resta in coma farmacologico, mentre i medici cercano di capire quando svegliare Zanardi, in modo da constatare il danno neurologico riportato al seguito del violento schianto. L’ultimo passo fatto dall’equipe di medici è stato quello della ricostruzione cranio-facciale e stabilizazione delle zone lesionate dal colpo subito. Come ha spiegato il professore Paolo Gennaro, direttore della UOC Chirurgia Maxillo-Facciale della struttura sanitaria toscana: “Le fratture erano complesse. Una condizione che ha richiesto programmazione specifica che si è avvalsa di tecnologie computerizzate, digitali e tridimensionali, fatta a misura del paziente“. Questo vuol dire che hanno ricostruito pezzo per pezzo le ossa facciali di Zanardi con le strumentazioni più avanzate, in modo da rispettare fedelmente la fisionomia del paziente. Attualmente non ci sono comunicazioni rilevanti sul suo stato di salute, il quadro clinico rimane stabile. Il weekend potrebbe essere decisivo per avviare il risveglio del quattro volte medaglia d’oro ai giochi paralimpici.

La ricostruzione video dell’incidente di Zanardi

Intanto nel programma della Rai “La vita in diretta” è andato in onda un servizio che spiega nel dettaglio come sarebbe avvenuto l’incidente che ha coinvolto Alex Zanardi quel tragico 19 giugno, durante la staffetta benefica di “Obiettivo 3“, progetto di avviamento allo sport per atleti disabili, che vede tra i partecipanti anche atleti di handbike, bici e carrozzina olimpica. Zanardi con la sua handbike percorreva la provinciale 146 di “Chianciano”, nel comune di Pienza, si trovava all’altezza del km 39+800, nei pressi del bivio Sant’Anna in Camprena, quando è avvenuto lo schianto con il mezzo pesante che procedeva in direzione opposta.

Di seguito il video con il servizio e la ricostruzione dell’incidente:

La ricostruzione dell'incidente di Alex #Zanardi – #LaVitaInDiretta

La ricostruzione dell'incidente di Alex #Zanardi – #LaVitaInDiretta

Gepostet von La vita in diretta am Dienstag, 23. Juni 2020

  •   
  •  
  •  
  •