Zanardi, l’asfalto e l’handbike non avevano problemi

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui


Lo stato del manto stradale e il funzionamento della handbike di Zanardi non avrebbero avuto problemi. Questo è quello che si apprende dalle rilevazioni che avrebbero trovato concordi i consulenti della procura, di Zanardi e Marco Ciacci, chiamati a ricostruire il terribile schianto che ha visto coinvolto il tir e l’ex pilota di Formula uno il 19 giugno mentre percorreva la strada provinciale 146 tra Pienza e San Quirico d’Orcia, nel Senese. Zanardi, quattro volte medaglia d’oro ai giochi paralimpici, a seguito dell’incidente è stato prima ricoverato all’ospedale di Siena, per poi passare in un centro riabilitativo a Lecco e solo dopo delle complicazioni è stato trasferito nella terapia intensiva neurologica del San Raffaele di Milano.

La Perizia sull’incidente di Zanardi

Proprio martedì 15 settembre è stata depositata la perizia, disposta dalla procura che indaga sull’incidente che ha causato conseguenze gravissime per l’ex pilota. L’unico indagato è il conducente dell’autocarro, atto definito dovuto proprio ai fini degli accertamenti tecnici da eseguire. La sua difesa ha poi nominato come consulente per ricostruire la dinamica dell’incidente l’ingegnere Mattia Strangi di Bologna mentre la famiglia Zanardi ha incaricato l’ingegner Giorgio Cavallin di Padova.  A effettuare la consulenza per la procura l’ingegner Dario Vangi, già perito per l’inchiesta sulla morte di Franco Ballerini durante un rally nel 2010 e nell’indagini sulla strage di Viareggio.

Dagli accertamenti fatti, il manto stradale, finito sotto analisi per capire se ci fossero buche o avvallamenti che hanno causato la perdita d’aderenza della handbike di Zanardi, sarebbe risultato privo di difetti. Stesso discorso che vale per la sua handbike con la quale gareggiava durante la staffetta di Obiettivo3. Secondo quanto appreso dalla perizia, sarebbero state riscontrate delle rotture, ma secondo gli accertamenti fatti, queste sono state causate proprio dallo schianto tra Zanardi e il tir. Prima del terribile schianto, quindi, la sua hanbike non aveva problemi, né tantomeno presentava rotture meccaniche al suo interno.

  •   
  •  
  •  
  •