Canoa, tappa di coppa del mondo slalom a Lubiana: vincono la brasiliana Satila e lo sloveno Bozic

Pubblicato il autore: CristianoDoge Segui

Sabato e Domenica scorsa si è svolta, forse, l’unica tappa di coppa del mondo di canoa.

A causa dei problemi legati al Coronavirus, mancavano parecchi atleti importanti e completamente la squadra azzurra che ha preferito rinunciare a questo appuntamento per intensificare gli allenamenti.

Sabato si sono svolte le finali di K1 uomini e donne e domenica, invece quelle di C1: entrambe nella specialità di slalom.

C1 Donne Slalom (Canoa monoposto)

Ecco in ordine di discesa, le prestazione delle varie atlete

Viktoriia Dobrotvoska (Ucr):  doppio errore sulle paline 7 e 18;  prestazione veramente poco lucida, è sembrata molto incerta e poco convinta all’arrivo.

Margaux Henry (Fra): errore alla palina 11 e 13,  sicuramente più veloce dell’atleta ucraina ma non di certo una gara memorabile.

Michaela Corcoran (Usa): errore alla palina 14, 16, 19 e 20.  Aveva iniziato bene, ma poi l’errore alla palina 14 (aveva quasi saltato la porta) ha abbassato la sua concentrazione e ha concluso il percorso  in maniera molto scarsa.
Alja Kozorog (Slo): ha avuto un’inizio di gara meraviglioso ma  nella foga compie qualche errore di troppo, infatti tocca la palina 8, 11 e 13. È un peccato perché senza errori la sua prestazione era da secondo posto in classifica.
Lucie Proiux (Fra): l’atleta francese vola  nella prima parte di gara tocca verso la fine la pallina numero 19 che le costerà il primo posto nella competizione.
Evy Leibfarth (Usa): inizio difficoltosa per la statunitense con un ritardo importante nella prima parte di gara, recupera bene nella seconda. Una gara molto pulita senza errori ma un po’ troppo lenta. E’ l’unica a non commettere errori e questo le regala il terzo posto del podio.
Ana Satola (Bra): errore alla palina 7, errore di direzione alla palina 13 che le ha fatto a perdere  un sacco di tempo. Ma anche con questi errori è riuscita lo stesso ad attestarsi in testa alla graduatoria e a vincere questa tappa.
Lea Novak (Slo):  sfiora la palina 1 ma non la tocca, è velocissima nella prima parte di gara Nella seconda parte del tracciato arrivano i problemi, prima un’ errore alla palina 12, e in questa porta  riesce a malapena a tenere l’imbarcazione a galla, annullando tutto il vantaggio accumulato. In conclusione errore anche la palina 18,  prestazione piuttosto deludente.
Gabriela Satkova (Rep. Ceca): un solo errore alla palina 16, ma veramente troppo lenta, prestazione deludente e incolore.

Marjorie Delassus (Fra): errore alla palina 13 e 18. Prima parte della gara molto buona, come molte altre su colleghe grande difficoltà nella seconda parte ma tutto sommato una buona gara.

Leggi anche:  Fabio Aru verso l'annuncio della sua nuova squadra

Classifica finale WC1 Canoa Femminile Slalom

1.  Ana Satila (Bra) 2P 93.64
2. Lucie Prioux (Fra) 2P +1.73
3. Evy Leibfarth (Usa) 0P + 3.12
4. Marjorie Delassus (Fra) 4P + 5.31
5. Alja Korzorog (Slo) 6P + 6.87
6. Gabriela Satkova (Rep. Ceca) 2P + 8.42
7. Lea Novak (Slo) 2P + 9.50
8. Margaux Henry 4P + 10.52
9. Viktoriia Dobrotvoska 4P +19.66
10. Michaela Corcoran 8P + 23.18

C1 Uomini Slalom (Canoa Maschile)

Jules Bernardet (Fra):  inizio lento per l’atleta francese Recupera nella seconda parte di percorso.  Una gara sostanzialmente pulita anche se non estremamente rapida.

Anvar Kleevleev (Rus): errore alla palina 7 e 11;  piuttosto lento soprattutto nella parte finale del  tracciato.

Vojtech Heger (Rep. Ceca):
inizio un po’ lento, gli errori alla palina 11 e14  lo rendono ancora più lento. Non una prestazione all’altezza delle aspettative.

Jure Lenarcic (Slo):
come tutti gli sloveni è galvanizzato dal gareggiare in casa,  parte molto convinto e piuttosto veloce per poi  rallentare alla porta  14 dove prende anche la palina,  l’errore con ribaltamento dell’imbarcazione alla porta 19 lo mette completamente fuori dai giochi. Conclude con  un ritardo abissale

Matija Marinic (Cro):
gara inizialmente lenta, migliora la parte centrale, aumenta la velocità ma non è in grado di poter impensierire chi gli sta davanti in graduatoriaAlexis Bobon (Fra): partenza difficile per il francese decisamente molto lenta, peggiora nella parte centrale. Gara con troppe incertezze compresi gli errori alla palina 15 e 19. Conclude la gara con una prestazione veramente poco convincente.

Leggi anche:  Pallamano Serie A: Conversano-Raimond Sassari 26-23, prova di forza dei biancoverdi

Lukas Rohan (Rep. Ceca): prestazione inguardabile quella del ceco  con errori alla palina 3, 10, 14 e 15 e addirittura  il salto della porta  19;  veramente una prestazione  molto scadente, peccato. E’ stato anche il  protagonista, suo malgrado,  di un Penalty review alla palina numero 3 con la conferma della  penalizzazione.

Luka Bozic (Slo): inizio quasi perfetto  per lo sloveno che risulta il più veloce di tutti nella prima parte; piccola incertezza alla porta  numero 12 che comunque non gli fa perdere il primo posto in classifica.


Benjamin Savsek (Slo):
inizio molto buono e particolarmente veloce, poi  una leggera incertezza alla palina numero 15 gli fa perdere tutto il vantaggio acquisito. Errore fatale  alla palina  18 che gli fa perdere la concentrazione e  quindi gli fa sbagliare anche  la 19 e la  21. Nell”ultima parte di gara sembrava si fosse arreso.

Nicolas Gestin (Fra):
inizio di tracciato non troppo veloce e piuttosto convincente;  nella parte centrale perde un po’di convinzione  e aumenta il suo ritardo, cerca di recuperare la parte finale ma non riesce a concludere in prima posizione.

Classifica finale MC1 Canoa Maschile Slalom

1. Luka Bozic (Slo) 0P 78.17
2. Nicolas Gestin (Fra) 0P + 1.64
3. Jules Bernardet  (Fra) 0P + 2.07
4. Matija Marinic (Cro) 0P + 5.41
5. Vojtech Heger (Rep. ceca) 2P +7.45
6. Benjamin Savsek (Slo) 6P +7.87
7. Anvar Klkevleev (Rus) 4P + 11.24
8. Alexis Bobon (Fra) 2P +14.19
9. Jure Lenarcic (Slo) 4P + 27.30
10. Lukas Rohan 58P +67.88

Leggi anche:  WWE, Undertaker: "Hell in a cell creato per Kane"

Nb: P sta per penalità e il numero vicino è il totale dei secondi di penalità

  •   
  •  
  •  
  •