NFL, risultati sesta giornata: Brady supera Rogers

Pubblicato il autore: Andrea Maion Segui

Nella notte italiana di domenica si è giocata la sesta giornata (week 6) di football americano dove le squadre favorite non hanno fallito. Il super match di giornata è stato quello dove si sono incontrati Brady Rogers.  Le aspettive era alte per entrambi i quarterback ma solo uno è rimasto in piedi e ha portato la sua squadra alla vittoria: Tom Brady. Il match era partito bene per i Packs ma dal secondo quarto in poi Tampa mostra i muscoli e gli fa a pezzi, la defensive back di Tampa riesce a fare due intercetti e la defense line non fa respirare Rogers che entra sempre  di più in affanno, al contrario Brady ritrova una buona connessione con i suoi recievers e con Gronkowski. Però l’ago della bilancia della offense dei Buccaneers é stato Jones il runnigback che riesce quasi sempre a bucare la difesa. Il risultato finale é di 38 a 10 per Tampa che non smette di sognare un posto ped i play-off.
Succede di tutto allo Nissan Stadium di Nashville, i Tennesse Titans vincono 42 a 36 contro Houston ai supplementari; dopo i primi due quarti domani dai Titans con un parziale di 21 a 10, i Texans ritrovano coraggio e rimontano fino a sorpassarli e negli ultimi 6 minuti i Titans pareggiano e sbagliano il field goal decisivo per la vittoria. La partita va ai supplementari e viene decisa da un touchdown di Henry, il quale ha giocato una partita molto solida.
Gli Steelers schiantano i Browns con un 38 a 7 ,quasi mai in partita Mayfield e i suoi invece i Pitts si godono la buona forma di Roethlisberger e di tutto il pacchetto offense infatti finisco con 148 yard lanciate e 128 yard corse. Ma la forza degli Steelers è anche la difesa la quale forza un touchdown e anche 4 sack.
A Santa Clara i 49ers vincono la battaglia con i Rams 24 a 16 grazie ad una buona difesa che ostacola J. Goff nei momenti clou del match anche se conclude con 198 yard passate. I San Francisco si divertono a fanno divertire con lancia lunghi e difese spettacolari.
Miami Dolphins scofiggono i derelitti dei Jets con un sonoro 24 a 0, il risultato dice molto di come é andata la partita. Oltre alle 7 pesanti penalità dei Jets che gli procurano un danno di 80 yard, la offense dei dolphins produce tanto e bene con oltre 300 yard.
Finale con il cuore in mano per i tifosi dei Bears che vedono la loro squadra sempre in vantaggio ma nel quarto quarto ritornano i Panthers ma la rocciosa difesa dei Bears fa la voce grossa e fermano il punteggio a 23 a 16 per Chicago.
Bella partita tra Colts Bengals che si sfidano a volto scoperto tra lanci lungi di Rivers e di Burrow e tra lanci intercettati (uno per squadra), a fine secondo quarto i Bengals conducono 24 a 21 e nel terzo quarto aumentano il vantaggio con un field goal ma alla squadra di Rivers dopo un calcio piazzato riesce il sorpasso a 0:05 del quarto quarto con un touchdown che porta il risultato finale a 31 a 27.
Jacksonville perde contro i Lions 16 a 34, Lions trascinati da un gran lavoro di Stafford che riesce sempre a cavarsela, senza il loro qb Detroit sarebbe in classifica tra le ultime posizioni. Tanti lo giudicano per i suoi risultati altalenanti e per i suoi infortuni ma infine e un qb stabile e che ha regalato i play-off a Detroit più di una volta negli ultimi 10 anni.
Atlanta trova una grande soddisfazione: la prima vittoria in questo campionato. A farne da vittima sono i Vikings che si svegliano soltanto dopo la pausa lunga e non riescono a colmare il solco fatto da Ryan e J. Jones. Infati Ryan finisce con 363 yard lanciate e con nessun intercetto.
Tra Broncos Patriots vincono le difese e i turnover infatti ben 3 palle perse e 2 intercetti per i Pats e 2 palle perse e 2 intercetti per Denver. Il risultato finale è di 12 a 18 per Denver che non segna neanche un touchdown ma soltanto 6 field goal. I Pats non sembrano in corsa per i play-off e non credo che ci arriveranno quest’anno.
Altro finale a batticuore tra Eagles Ravens, infatti Baltimore vince di 2 a Philadelphia (30 a 28). Ravens dominano i primi tre quarti di partita  ma all’ultimo quarto Wentz non molla e non riesce la rimonta per mancanza di tempo o forse perché la difesa aveva lasciato fare? Sappiamo solo che per glj Eagles si mette dura per arrivare ai play-off.
New York Giants battono per un punto Washington (20 a 19) i quali sbagliano troppo nei momenti decisivi, discorso inverso per i Giants che non vogliono rimanere a zero vittorie quest’anno e che si prendono una vittoria importante per il morale.i

Leggi anche:  Fabio Aru verso l'annuncio della sua nuova squadra
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: