Pallamano Serie A femminile: Ariosto Ferrara-HAC Nuoro 40-35, sagra del gol al Pala Boschetto

Pubblicato il autore: Alberto Rossi Segui


L’Ariosto Ferrara prosegue la sua rincorsa verso le zone nobili della classifica aggiudicandosi con l’altisonante punteggio di 40-35 il match del “Pala Boschetto” contro l’HAC Nuoro valido per l’undicesima giornata del massimo campionato di pallamano femminile. Il quarto successo nelle ultime cinque gare consente alla compagine di Carlos Britos, complici anche gli impegni europei dell’Alì-Best Espresso Mestrino, d’insediarsi solitaria al quinto posto con 11 punti all’attivo. Ottavo ko in campionato per la combattiva e rimaneggiata HAC Nuoro penultima a quota 2. A livello realizzativo spiccano le dieci reti messe a segno da Katia Soglietti per il club emiliano e da Michela Notarianni per quello barbaricino.

L’Ariosto con una potente conclusione di Panayotova, un contropiede di Marrocchi e una realizzazione dalla posizione di ala di Fabbricatore ribalta l’iniziale svantaggio portandosi al 7’ avanti 4-2. Il divario tra le due squadre, pur toccando in un paio di circostanze le tre lunghezze, si mantiene inalterato sino al 20’ (12-10) quando Ferrara, trascinata soprattutto da Soglietti, riesce a sprigionare al meglio il suo gioco in velocità volando al 25’ sul 17-11. Due reti in rapida successione di Notarianni sul 12-18 consentono a Nuoro di tornare a meno quattro. Margine che ritroviamo in chiusura di prima frazione (16-20). La ripresa, iniziata con entrambe le compagini in inferiorità numerica per i due minuti inflitti sul finire del tempo a Fabbricatore da una parte ed a Notarianni dall’altra, vede le ospiti ridurre ulteriormente le distanze con un centro di Mostoni. Un break di 4-0 determinato da una doppietta di Crosta e dalle realizzazioni di Marrocchi e Soglietti consente all’Ariosto di siglare al 34’ il massimo vantaggio sul 24-17. Nuoro non si arrende. Due reti a testa di Madau e Satta ed un 7 metri di Notarianni riportano il complesso di Roberto Deiana di nuovo a meno tre (22-25 al 39’). Marrocchi pone fine all’unico momento d’appannamento in attacco dell’Ariosto (cinque minuti senza reti su azione) aprendo un parziale di 4-1 che si rivela essere decisivo per le sorti dell’incontro (29-23 a 43’). Nuoro, infatti, pur continuando a battersi con determinazione, non riesce, nel prosieguo, a dare più la sensazione di poter davvero rientrare in partita.

Ariosto Ferrara – HAC Nuoro 40-35 (20-16)
Ariosto Ferrara: Buhna 1, Crosta 6, Fabbricatore 4, Lo Biundo 2, Manfredini, Marrocchi 8, Ottani, Panayotova 4, Rossignoli, Soglietti 10, Tanic 5, Verrigni, Vitale. All.: Britos.
HAC Nuoro: Basolu 6, Cester 6, Corrias, Firinu, Madau 4, Mostoni 2, Notarianni 10, Podda, Radovic, Satta 7, Sitzia, Vinci. All.: Deiana.
Arbitri: Corioni e Falvo.
Tiri dai 7 metri: Ariosto Ferrara 2/3; HAC Nuoro 3/4.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: