Pallamano Serie A: Teamnetwork Albatro-Santarelli Cingoli 27-32, prezioso colpo esterno per i biancorossi

Pubblicato il autore: Alberto Rossi Segui


Non ci poteva essere un ritorno in campo migliore per la Santarelli Cingoli: la compagine marchigiana, ferma da tre settimane, consegue alla palestra Akradina “Pino Corso” di Siracusa una preziosa affermazione sulla Teamnetwork Albatro per 32-27 nella delicata sfida nei bassifondi della classifica valida per la dodicesima giornata della Serie A di pallamano. Tra i biancorossi, protagonisti di una solida prova corale, meritano una citazione particolare Emmanouil Ladakis (9 reti), Ivan Antic (7) e Anzaldo per gli interventi compiuti nella prima frazione. Il secondo successo in campionato consente al complesso di Sergio Palazzi di salire a quota 5 e uscire conseguentemente dalla zona calda della graduatoria. Non riesce alla Teamnetwork Albatro, penultima con 3 punti all’attivo, di ripetersi ai livelli di gioco mostrati nel turno precedente a Bolzano.

Buon avvio di gara della Santarelli Cingoli che al 5’ si ritrova in vantaggio per 3-1. I padroni di casa agguantano la parità al 7’ con i centri di Vinci e Pola. Negli attacchi successivi vanno a segno Ladakis da una parte e Cañete dall’altra. Gli ospiti, con un break di 3-0 sancito dalle realizzazioni di Antic su rigore, Mangoni e Strappini, salgono al 13’ sul 7-4. Segue un botta e risposta tra le due squadre che si conclude al 27’ con la rete di Bobicic che permette alla Teamnetwork Albatro di riportarsi per la sesta e ultima volta a meno due (10-12). A cavallo dell’intervallo Cingoli, con un parziale di 5-0 determinato da due segnature a testa di Antic e Mangoni e da un acuto di Rotaru, prende, infatti, il largo (17-10 a 33’). Cuello, su rigore, pone fine ad un digiuno realizzativo della sua squadra protrattosi per quasi sei minuti ma ciò non muta il trend dell’incontro che vede la formazione marchigiana, con due reti in rapida successione di Ladakis, arrivare a toccare il massimo vantaggio sul 21-13 al 37’. Il prosieguo del confronto ha poca storia. La Santarelli Cingoli controlla senza particolari patemi i generosi tentativi dei padroni di casa che perdendo anche Bobicic per infortunio (47’) riescono al massimo a ridurre il divario a quattro lunghezze (al 50’ sul 21-25 e al 55’ sul 23-27).

Teamnetwork Albatro – Santarelli Cingoli 27-32 (10-14)

Teamnetwork Albatro: Argentino, Bobicic 5, Cañete 6, Cuello 8, Grande, Lo Bello 2, Mizzi, Mizzoni, Murga, Nobile, Pola 3, Sortino 2, Vinci 1. All.: G. Vinci.
Santarelli Cingoli: Antic 7, Anzaldo, Bincoletto 2, Ciattaglia, Cirilli 1, Garroni 3, Ladakis 9, Mangoni 5, Rotaru 4, Strappini 1, Tobaldi. All.: Palazzi.
Arbitri: Dionisi e Maccarone.
Tiri dai 7 metri: Teamnetwork Albatro 3/4; Santarelli Cingoli 4/5.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: