Fabio Aru rinuncia al mondiale di Ciclocross. Le dichiarazioni

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui


Fabio Aru rinuncia al mondiale di Ciclocross in programma alla fine del mese. La decisione è arrivata dal ritiro della Qhubeka-Assos a Girona, in Spagna. Come riportato dalla Gazzetta dello Sport, il corridore ha spiegato:Ne ho appena parlato con il c.t. Fausto Scotti, e non correrò il Mondiale di cross domenica in Belgio. Ho fatto sei gare, è andato tutto molto bene, sono stato accolto bene  ma il Mondiale sarebbe troppo: io alla maglia azzurra ci tengo tantissimo, ma è giusto lasciare il posto a chi è più specialista di me e investe tutto l’anno in questa disciplina”.

 

Fabio Aru rinuncia al mondiale di Ciclocross. La situazione

Al mondiale di Ciclocross non ci sarà al via Fabio Aru. Dopo diverse gare, il corridore non prenderà parte a questa competizione. Al riguardo il Cavaliere dei Quattro Mori ha aggiunto: “Non aveva senso partecipare al Mondiale, ma dico grazie al ciclocross che mi ha permesso di rimettere il numero sulla schiena, di ritrovare tanta serenità e di presentarmi qui al training camp con una buonissima condizione. Tiferò per gli azzurri davanti alla televisione”.

Non resta quindi che attendere il debutto del corridore con la nuova maglia su strada che avverrà al Tour de Provence, in Francia, dall’11 al 14 febbraio.

Leggi anche:  Champions Hockey League, andata quarti di finale: i risultati

 

 

  •   
  •  
  •  
  •