League of Legends, seconda settimana di LEC

Pubblicato il autore: Angela Allegretto Segui

Sabato sera si è conclusa l’ultima giornata della seconda settimana del campionato europeo di League of Legends. Anche questa volta ne abbiamo viste delle belle, una delle due squadre capolista, G2 eSports, non si è confermata al primo posto, lasciando in vetta il solo team dei Rogue. I nuovi Fnatic sono ancora da rodare tanto che, anche questa settimana, non sono riusciti a portare a casa entrambe le vittorie, vincendo solo la partita di venerdì contro il Team Vitality. Si sono rimessi in careggiata, invece, i Mad Lions e gli FC Schalke 04, vincendo in entrambe le giornate. I Misfits, gli SK Gaming e gli Excel, confermano le loro posizioni al quinto posto, lasciando, anche questa settimana, il team Astralis, ultimo.

Venerdì, inaspettati Schalke 04

Venerdì 29 alle 19:00 si è tenuto il match che ha riportato sulla retta via gli FC Schalke 04. Dopo un inizio turbolento la scorsa settimana, la partita contro gli SK Gaming è stata un ottimo trampolino per tornare in pista. Il jungler degli Schalke 04, Erberk “Gilius” Demir, dopo essere riuscito a pickare uno dei champion più bannati di questa stagione, Pantheon, ha esordito con il “First Blood” al minuto due. L’early game, però, non è stato a suo favore in quanto, il giovane jungler avversario, Kristian “Tynx” Ostergaard Hansen, era molto più avanti, in farm e gold. Gilius è stato capace di risalire la china, riuscendo, a fine partita, ad uccidere il Barone Nashor, il buff che ha permesso al team di pushare le torri degli inibitori ed arrivare fino al Nexus, vincendo a soli 33 minuti.

Sabato, la caduta dei giganti

Sabato è stata una giornata molto negativa per i due team che, fine all’anno scorso, erano i più vincenti tra tutti. Sia i G2 eSports che i Fnatic hanno perso i matches della giornata, rispettivamente contro gli FC Schalke 04 e i Mad Lions. La squadra rosso nera non è riuscita a rimanere imbattuta, salutando, dal secondo posto, la capolista Rogue. I Fnatic, dal canto loro, sembrano incapaci di modellare, secondo le diverse partite, lo schema di gioco, tornando ad eseguire gli stessi errori. La vittoria di venerdì non è servita a farli salire in classifica, lasciandoli al quinto posto, con Excel Gaming e SK Gaming. Aspettiamo di vedere se, nelle due prossime giornate di venerdì 5 febbraio e sabato 6 febbraio, ci saranno degli sviluppi soprattutto per quelle squadre, che per ora, sembrano essersi giocate la vittoria allo Spring Split.

  •   
  •  
  •  
  •