Futsal Champions League: Kairat Almaty e Barcellona volano in semifinale

Pubblicato il autore: Alberto Rossi


Kairat Almaty e Barcellona sono le prime due squadre a qualificarsi per le semifinali della ventesima edizione della Futsal Champions League in corso di svolgimento alla Krešimir Ćosić Arena di Zadar in Croazia. Nei quarti di finale la compagine kazaka s’impone per 6-2 sul Benfica dopo i tempi supplementari mentre quella spagnola prevale sul Dobovec per 2-0. Kairat Almaty e Barcellona si troveranno di fronte sabato per contendersi un posto nell’atto conclusivo della prestigiosa competizione continentale per club di futsal in programma lunedì 3 maggio. Negli altri due quarti di finale, in scena domani, i russi del Gazprom-Ugra Yugorsk e del KPRF Mosca saranno rispettivamente opposti agli spagnoli dell’Inter Fútbol Sala ed ai portoghesi dello Sporting Lisbona.

Kairat Almaty – Benfica 6-2 d.t.s.

La gara d’apertura della fase finale della Futsal Champions League vede il Kairat Almaty portarsi in vantaggio al 16’’ con Gadeia: l’ala brasiliana va segno al termine di un rapido scambio con Fernandinho dopo aver “soffiato” una sfera a centrocampo all’estremo difensore avversario Diego Roncaglio. La reazione del Benfica è immediata. La compagine lusitana perviene al pareggio trenta secondi più tardi con Afonso Jesus smarcato sotto misura da una bella giocata spalle alla porta di Jacaré. Il Kairat Almaty torna avanti nel punteggio al 31’ con Edson bravo a sradicare in pressing un pallone dai piedi di Fábio Cecílio e superare con freddezza Diego Roncaglio in uscita. Il Benfica non approfitta della superiorità numerica determinata al 32’ dall’espulsione di Higuita per un’entrata fallosa ai danni di Chishkala ma riesce al 35’ a ritrovare la parità con una precisa conclusione di prima intenzione di Tiago Brito su assist di Robinho.

L’equilibrio si spezza nuovamente a favore del Kairat Almaty a 27’’ dal termine del primo tempo supplementare: Tursagulov lascia sul posto Tiago Brito con una splendida virata e sigla il 3-2 con una potente battuta mancina. La squadra kazaka diretta da Kakà, a seguito del sesto fallo commesso da Arthur, usufruisce al 47’ di un tiro libero che Gadeia provvede a realizzare. Nel finale il Benfica agendo con il portiere di movimento si espone inevitabilmente alle ripartente letali degli avversari a segno al 49’ con l’ex Fernandinho ed a tre secondi dalla fine con Orazov per il 6-2 definitivo.

Barcellona – Dobovec 2-0

Il secondo quarto di finale riserva decisamente meno emozioni. Il Barcellona, graziato in avvio da Turk (2’), prende in mano l’incontro sfiorando il bersaglio in più di una circostanza. Il gol è nell’aria e si materializza al 9’ con la splendida battuta al volo dalla distanza di Ferrao sugli sviluppi di una rimessa laterale di Marcenio. Passano tre minuti ed arriva anche il raddoppio dei blaugrana siglato in contropiede con un preciso rasoterra di sinistra da Aicardo sempre su invito di Marcenio.

Il Dobovec rischia ancora di capitolare al 13’ in occasione del palo colpito da Marcenio ed al 19’ su un tentativo di Adolfo sventato con bravura da Puskar. La sorprendente squadra slovena, senza Cujec squalificato, riesce a rendersi veramente pericolosa soltanto in chiusura di prima frazione con una battuta di Novak respinta di piede da Dídac. Nella ripresa il Barcellona, privo sino al termine della stagione del suo capitano Sergio Lozano infortunato, si limita a controllare con sicurezza le iniziative avversarie ed a creare qualche buona opportunità agendo soprattutto di rimessa.

Futsal Champions League, quarti di finale

Kairat Almaty (Kaz) – Benfica (Prt) 6-2 d.t.s. (2-2 t.r.)
Barcellona (Esp) – Dobovec (Svn) 2-0
Inter Inter Fútbol Sala (Esp) – Gazprom-Ugra Yugorsk (Rus)
Sporting Lisbona (Prt) – KPRF Mosca (Rus)

  •   
  •  
  •  
  •