Pallanuoto, finale gara 3 – L’AN Brescia piega la Pro Recco ai rigori: è match point per i lombardi

Pubblicato il autore: Alberto Rossi Segui


L’AN Brescia torna a condurre (2-1) nella serie di finale scudetto della pallanuoto: la compagine guidata da Alessandro Bovo s’impone in casa sulla Pro Recco per 15-13 dopo i tiri di rigore al termine di una gara 3 particolarmente emozionante ed equilibrata chiusasi nei regolamentari sull’11-11. Un eventuale successo nella quarta sfida, in programma domani sempre alla “Piscina Mompiano”, garantirebbe il titolo alla compagine lombarda; in caso d’affermazione di quella ligure tutto si deciderebbe invece nella decisiva gara 5 prevista in campo neutro per sabato 29 maggio.

Nell’AN Brescia splendida prestazione dell’ex biancoceleste Vincenzo Renzuto andato a segno in ben sei circostanze. Ottima la prova anche dell’estremo difensore Marco Del Lungo. Le altre realizzazioni dei padroni di casa portano la firma di Christian Presciutti (3) e Angelos Vlachopoulos (2). Sul versante opposto il miglior marcatore è Francesco Di Fulvio con quattro reti, seguito da Gonzalo Echenique con tre e da Matteo Aicardi, Aleksandar Ivovic, Stefano Luongo e Aaron Younger con una.

Leggi anche:  Pallamano - Barcellona da favola: decima Champions League con l'en plein di vittorie

Il confronto vede l’AN Brescia scattare sul 2-0 con una doppietta di Renzuto. La Pro Recco si sblocca al 7’ con un contropiede solitario di Di Fulvio. I padroni casa riescono in altre tre circostanze a portarsi sul +2. Le realizzazioni in rapida successione di Echenique e Aicardi consentono agli ospiti di agganciare al 20’ i rivali a quota 5. L’equilibrio regna sovrano nel prosieguo della gara che registra in avvio di ultimo periodo (26’) le espulsioni di Gitto da una parte e di Aicardi dall’altra per reciproche scorrettezze.

La Pro Recco, dopo aver puntualmente risposto ai cinque vantaggi di una rete degli avversari, mette per la prima volta la testa avanti (10-9) al 28’ con una segnatura del convincente Echenique. Brescia reagisce ribaltando la situazione a proprio favore con un rigore trasformato da Vlachopoulos al 29’ e con l’ennesimo centro di Renzuto a 52’’ dal termine. La Pro Recco a 15’’ dalla fine perviene al pari in superiorità numerica con Di Fulvio. L’ultimo attacco lombardo, gestito dopo un blackout, non sortisce effetti. Ai tiri di rigore Brescia è perfetta (4/4) mentre dall’altra parte della piscina arrivano gli errori di Echenique (alto) e Figlioli (parata di Del Lungo).

Leggi anche:  Hell in a Cell 2021, ufficializzato il match più importante dell'evento

Pallanuoto, Finale gara 3

AN BRESCIA – PRO RECCO 15-13 d.t.r. (2-1; 2-2; 4-5; 3-3; rigori 4-2)
AN Brescia: Del Lungo, Dolce, C. Presciutti 3, Lazic, Jokovic, Nikolaidis, Renzuto 6, Cannella, Alesiani, Vlachopoulos 2 (entrambe su rigore), Di Somma, Gitto, Gianazza. All.: Alessandro Bovo.
Pro Recco: Bijac, Di Fulvio 4, Mandic, Figlioli, Younger 1, Velotto, N. Presciutti, Echenique 3, Ivovic 1, Figari, Aicardi 1, Luongo 1, Negri. All.: Gabriel Hernandez.
Arbitri: Gomez e Stampalja.
Serie dei rigori: Renzuto (B) rete, Ivovic (R) rete, Jokovic (B) rete, Di Fulvio (R) rete, C. Presciutti (B) rete, Echenique (R) alto, Vlachopoulos (B) rete, Figlioli (R) parato da Del Lungo.
Note: espulsi nel quarto periodo per reciproche scorrettezze Gitto (B) e Aicardi (R). Superiorità numeriche: Brescia 5/9 +2 rigori, Recco 8/11.

Leggi anche:  Pallamano - Barcellona da favola: decima Champions League con l'en plein di vittorie

Pallanuoto, finale scudetto (al meglio delle cinque partite)

Recco, gara 1: Pro Recco-AN Brescia 8-9
Recco, gara 2: Pro Recco-AN Brescia 8-4
Brescia, gara 3: AN Brescia-Pro Recco 15-13 d.t.r.
Brescia, gara 4: martedì 25 maggio (ore 18.30) alla “Piscina Mompiano”.
Eventuale gara 5: campo neutro ore 18.30.

  •   
  •  
  •  
  •