Pallamano – Barcellona da favola: decima Champions League con l’en plein di vittorie

Pubblicato il autore: Alberto Rossi Segui


Il Barcellona completa un’annata da incorniciare, a livello continentale e non solo, conquistando alla “Lanxess Arena” di Colonia in Germania la bramata decima Champions League di pallamano della propria storia a spese della rivelazione Aalborg Handbold seccamente sconfitto per 36-23 nell’atto conclusivo della Final Four. Nella stagione dell’addio del tecnico Xavi Pascual e di diversi importanti elementi del roster i blaugrana, dopo i trionfi a livello nazionale ottenuti con un en plen di vittorie (41/41), si regalano anche il massimo trofeo europeo, vanamente inseguito nelle cinque precedenti edizioni, stabilendo un altro record solamente eguagliabile: venti successi in altrettante partite.

Cronaca
Avvio di gara positivo dell’Aalborg Handbold che al 7’ si ritrova avanti 5-2. Il Barcellona sale prepotentemente di tono in entrambe la fasi del gioco. Perez de Vargas tra i pali e Gomez Abello in attacco sono i principali protagonisti del perentorio parziale di 7-0 che consente ai blaugrana di portarsi allo scoccare del quarto d’ora sul 9-5. Una rete di Barthold pone fine al digiuno danese protrattosi per quasi nove minuti ma non modifica l’andamento dell’incontro.

Leggi anche:  Giorgia Bordignon è d'argento nel sollevamento pesi

Il divario tra le due contendenti resta sostanzialmente inalterato sino al 24’ quando un mini-break di 3-0 generato dalle realizzazioni di Gomez Abello, Raul Entrerrios e Goncalves dos Santos permette al complesso catalano di arrivare al 27’ a vantare sei lunghezze di vantaggio sul 15-9. La ripresa non ha storia. Il Barcellona continua a giostrare sul parquet con grande determinazione senza concedere agli avversari la benché minima chance di rientro. Il punto esclamativo allo show blaugrana lo mette Janccon la rete del +13 siglata a quarantotto secondi dalla fine.

Pallamano Champions League 2020-21, tabellino finale

BARCELLONA vs AALBORG HANDBOLD 36-23 (16-11)
Barcellona: Perez de Vargas 3 (14/37), Moller (1/2); Mortensen 1, R. Entrerrios Rodriguez 1, Sorhaindo, Dolenec, Janc 3, N’Guessan 6, Gomez Abello 9, Goncalves dos Santos, Mem 2, Cindric 5, Palmarsson, Makuc 2, Fabregas 3, Frade 1. All. Xavi Pascual.
Aalborg Handbold: Gade (5/24), Aggefors (8/25); Jakobsen 1, Samuelsson 2, Klove, Barthold 3, Claar 2, Sandell 8, Christensen 4, M. S. Jensen 2, A. H. Jensen, Marcher, Christiansen, Mollgaard Jensen, Antonsen, Juul-Lassen 1. All.: Stefan Madsen.
Arbitri: Vaclav Horacek (Cze) e Jiri Novotny (Cze).
Tiri dai 7 metri: Barcellona 5/6; Aalborg Handbold 1/3.

Leggi anche:  Torneo olimpico di pallamano, girone A: Francia e Spagna volano ai quarti
Pallamano Champions League, vittorie per club

10 titoli: FC Barcellona (Spagna).
5 titoli: VfL Gummersbach (Germania).
4 titoli: THW Kiel (Germania).
3 titoli: BM Ciudad Real (Spagna), SC Magdeburgo (Germania Est/Germania), SKA Minsk (Unione Sovietica) e HC Dukla Praga (Cecoslovacchia).
2 titoli: RK Vardar (Macedonia), Montpellier Handball (Francia), RK Zagabria (Croazia), RK Metaloplastika Sabac (Jugoslavia), TV Grosswaldstadt (Germania), CSA Steaua Bucarest (Romania) e Frisch Auf! Göppingen (Germania).
1 titolo: Vive Tauron Kielce (Polonia), SG Flensburg-Handewitt (Germania), HSV Amburgo (Germania), RK Celje (Slovenia), Portland San Antonio (Spagna), Elgorriaga Bidasoa (Spagna), Club Balonmano Cantabria (Spagna), CSKA Mosca (Unione Sovietica), Budapest Honvéd FC (Ungheria), RK Borac Banja Luka (Jugoslavia), ASK Vorwärts Francoforte (Germania), MAI Mosca (Russia), RK Partizan (Jugoslavia), SC DHfK Lipsia (Germania Est), CS Dinamo Bucarest (Romania) e Redbergslids IK (Svezia).

  •   
  •  
  •  
  •