Pallanuoto femminile: 21° scudetto per l’Orizzonte Catania

Pubblicato il autore: Alberto Rossi Segui


L’Ekipe Orizzonte Catania si conferma campione d’Italia nella pallanuoto femminile: la compagine etnea diretta da Martina Miceli s’impone in trasferta sull’Antenore Plebiscito Padova per 14-11 dopo i tiri di rigore nella decisiva gara 5 di finale della 36ª edizione del torneo. Ventunesimo titolo per le rossazzurre che ad aprile si erano assicurate anche la Coppa Italia a spese della SIS Roma.

Un brillante avvio di gara, in particolare di Giulia Gorlero tra i pali e di Jelena Vukovic in attacco, consente all’Ekipe Orizzonte Catania di andare al primo riposo in vantaggio per 5-1. L’Antenore Plebiscito Padova, trascinata da una strepitosa Elisa Queirolo (chiuderà con sei reti all’attivo), reagisce con determinazione coronando, a 2’ e 25’’ dal termine, la rimonta con il sorpasso nel punteggio (10-9) siglato da Ilaria Savioli. L’Ekipe Orizzonte Catania non si lascia sopraffare dall’ansia pervenendo al pareggio a settanta secondi dalla fine con Rosaria Aiello al passo d’addio. Ai tiri di rigore, resisi necessari per la quarta volta nella serie per decretare la squadra vincente, a spuntarla sono le ospiti protagoniste di un en plein di realizzazioni nei tiri dai cinque metri.

Leggi anche:  Hockey su pista – Rimonta incompleta per Forte dei Marmi: Lodi è campione d’Italia
Pallanuoto femminile, finale gara 5

PLEBISCITO PADOVA – L’EKIPE ORIZZONTE CATANIA 11-14 d.t.r. (1-5; 3-1; 4-2; 2-2; ai rigori 1-4)
Plebiscito Padova: Teani, Giacon; M. Savioli, I. Savioli 1, Gottardo, Queirolo 6, Casson, Millo, Dario 1, Cocchiere 1, Ranalli, Meggiato, Centanni 1. All.: Stefano Posterivo.
L’Ekipe Orizzonte Catania: Gorlero, Condorelli; Ioannou, Garibotti 1, Viacava 1, Aiello 1, Barzon, Palmieri 1, Marletta 2, Emmolo, Vukovic 3, Riccioli 1, Spampinato. All.: Martina Miceli.
Arbitri: Colombo di Como e Pinato di Genova.
Serie dei rigori: Barzon (E) rete; Queirolo (P) rete; Marletta (E) rete; Centanni (P) palo; Vukovic (E) rete; Meggiato (P) palo; Emmolo (E) rete.
Note. Superiorità numeriche: Plebiscito Padova 4/11 + 1 rigore, L’Ekipe Orizzonte Catania 6/12. Uscite per limite di falli nel quarto tempo Palmieri (E) a 4’40’’, M. Savioli (P) a 6’40’’ e Ranalli (P) a 7’14’’.

Leggi anche:  Pallanuoto femminile, World League Super Final: definiti i quarti di finale
Pallanuoto femminile, finale scudetto (al meglio delle cinque partite)

Padova, gara 1: Plebiscito Padova-L’Ekipe Orizzonte 13-12 d.t.r. (9-9)
Padova, gara 2: Plebiscito Padova-L’Ekipe Orizzonte 8-9
Catania, gara 3: L’Ekipe Orizzonte-Plebiscito Padova 12-14 d.t.r. (11-11)
Catania, gara 4: L’Ekipe Orizzonte-Plebiscito Padova 10-8 d.t.r. (6-6)
Padova, gara 5: Plebiscito Padova-L’Ekipe Orizzonte 11-14 d.t.r. (10-10)

Pallanuoto femminile, vittorie per squadra

21 titoli: AS Orizzonte Catania.
07 titoli: ASD Volturno Sporting Club.
04 titoli: Plebiscito Padova.
01 titolo: Fiorentina Waterpolo, Pro Recco, Rapallo Pallanuoto e Rari Nantes Imperia.

  •   
  •  
  •  
  •