Pallanuoto femminile, finale: Padova passa a Catania e torna avanti nella serie

Pubblicato il autore: Alberto Rossi Segui


L’Antenore Plebiscito Padova si guadagna il primo match point nell’equilibratissima ed appassionante serie di finale del campionato di pallanuoto femminile in corso di svolgimento contro l’Ekipe Orizzonte Catania: la compagine veneta, guidata da Stefano Posterivo, bissa il successo ottenuto ai rigori su quella etnea nel match interno d’apertura aggiudicandosi in trasferta per 14-12 la terza sfida andata in scena alla piscina “Francesco Scuderi”. Sempre nello stesso impianto si disputerà domenica 6 giugno una gara 4 potenzialmente decisiva per l’assegnazione del trentaseiesimo scudetto.

Le padrone di casa, dopo essere state in avvio di partita per tre volte anche sotto di due reti (0-2, 1-3 e 2-4), riescono in apertura di terzo periodo (19’ e 03’’) a portarsi avanti nel punteggio (7-6) con una realizzazione di Marletta. La reazione dell’Antenore Plebiscito Padova al primo svantaggio è a dir poco veemente. Le ospiti ribaltano la situazione a proprio favore infilando, a cavallo dell’ultima frazione, un perentorio parziale di 5-1 frutto delle segnature di Dario, Ranalli, Queirolo, Cocchiere e Gottardo. L’Ekipe Orizzonte Catania si ritrova a 4’ e 37’’ dal termine a dover fronteggiare il massimo ritardo (8-11) ma non demorde: Viacava a 24’’ dalla fine completa un contro-break di 3-0 promosso da una doppietta di Marletta (top scorer dell’incontro con 5 reti) spingendo la sfida ai tiri di rigore dove le avversarie si rivelano però anche in questa circostanza più fredde.

Leggi anche:  Pallanuoto femminile, World League Super Final: definiti i quarti di finale
Pallanuoto femminile, finale gara 3

L’EKIPE ORIZZONTE CATANIA – PLEBISCITO PADOVA 12-14 d.t.r. (1-3; 4-3; 3-2; 3-3; rigori 1-3)
L’Ekipe Orizzonte Catania: Gorlero, Condorelli; Ioannou 1, Garibotti 1, Viacava 1, Aiello, Barzon 1, Palmieri, Marletta 5 (una su rigore), Emmolo 2, Vukovic, Riccioli, Spampinato. All.: Martina Miceli.
Plebiscito Padova: Teani, Giacon; M. Savioli 2, I. Savioli, Gottardo 1, Queirolo 1, Casson, Millo 1, Dario 2, Cocchiere 2, Ranalli 1, Meggiato, Centanni 1. All.: Stefano Posterivo.
Arbitri: Gomez e Brasiliano.
Serie dei rigori: Queirolo (P) rete, Garibotti (E) parato, Dario (P) parato, Marletta (E) rete, Ranalli (P) rete, Emmolo (E) traversa, M. Savioli (P) rete, Viacava (E) parato.
Note: espulsa Meggiato (P) per reiterate proteste a 25’’ dalla fine del secondo tempo. Uscite per limite di falli: Ilaria Savioli 4’08” del quarto tempo. Superiorità numeriche: Ekipe Orizzonte Catania 7/16 + 2 rigori (uno fallito da Garibotti nel primo tempo), Plebiscito Padova 7/14.

Leggi anche:  Hockey su pista – Rimonta incompleta per Forte dei Marmi: Lodi è campione d’Italia
Pallanuoto femminile, finale scudetto (al meglio delle cinque partite)

Padova, gara 1: Plebiscito Padova-L’Ekipe Orizzonte 13-12 d.t.r. (9-9)
Padova, gara 2: Plebiscito Padova-L’Ekipe Orizzonte 8-9
Catania, gara 3: L’Ekipe Orizzonte-Plebiscito Padova 12-14 d.t.r. (11-11)
Catania, gara 4: domenica 6 giugno (ore 16.45) alla piscina “Francesco Scuderi” di Catania.
Eventuale, gara 5: mercoledì 9 giugno (ore 18) al “Centro Sportivo Plebiscito” di Padova.

  •   
  •  
  •  
  •