Intervista esclusiva a Cherif Younousse: "Io e Tijan siamo una coppia particolare. Parigi 2024? Possiamo fare un ottimo risultato"

Supernews ha avuto il piacere di intervistare Cherif Younousse, stella del beach volley del Qatar, che insieme ad Ahmed Tijan forma una delle coppie più dominanti sulla sabbia asiatica e mondiale. Tanti gli argomenti trattati nella nostra chiacchierata: dall'Elite 16 di Doha in programma questa settimana alle Olimpiadi di Parigi 2024

Il 2024 è un anno speciale: l'anno per perfezionare l’intesa, vincere e non spegnere il sogno di volare ai Giochi Olimpici di Parigi e lo sa bene Cherif Younousse, che non cerca semplicemente la partecipazione ma una medaglia. La stella del Beach Volley del Qatar si è raccontato ai nostri microfoni del suo legame con il compagno di squadra Ahmed Tijan e dei suoi obiettivi personali e di coppia. Ecco le sue parole in vista dell'Elite 16 di Doha, in programma dal 5 al 9 marzo.

Cherif, inizierei la nostra chiacchierata parlando del tuo legame con il tuo compagno di squadra Ahmed Tijan. Che coppia siete?

Io e Tijan abbiamo un'amicizia e una connessione particolare poiché siamo coetanei e viviamo insieme, quindi ci conosciamo bene. Abbiamo davvero un bel legame e un'ottima comprensione reciproca. Credo che l'aspetto individuale sia molto importante e per questo siamo molto uniti a ciascuno di noi.

Leggi anche:  Intervista esclusiva a Luca Calamai: “De Rossi resta alla Roma, ma la Viola non molla. Marotta è un genio, su Pioli dico che…”

Il 2024 partirà dall'Elite 16 di Doha, il vostro torneo di casa. Quali sono le tue aspettative per questo primo torneo stagionale?

Siamo davvero entusiasti di giocare il primo torneo dell'anno, quello di casa. E' un torneo molto importante per noi e soprattutto è un'ottima opportunità per ottenere punti per la qualificazione olimpica. Non vediamo l'ora e siamo pronti perché sarà una battaglia, come sempre. Affronteremo delle grandi coppie e dobbiamo cercare di batterle per essere di nuovo alle olimpiadi ed essere anche campioni olimpici. Sarà un anno davvero interessante, emozionante e difficile da affrontare. Per me sarà l'anno più difficile, finora, perché ci sono molte squadre giovani che stanno migliorando.

Il primo match sarà contro la coppia azzurra formata da Paolo Nicolai e Samuele Cottafava. Che partita ti aspetti?

Leggi anche:  Intervista esclusiva a Luca Calamai: “De Rossi resta alla Roma, ma la Viola non molla. Marotta è un genio, su Pioli dico che…”

Sarà una partita difficile e ogni partita può essere una finale. Contro di loro potremo giocarci anche la medaglia d'oro del torneo e quindi è una partita molto importante. Vincere la prima partita è sempre significativa e soprattutto, se inizi con una vittoria, le altre sfide diventano più facili da vincere. Non vediamo l'ora di scendere in campo e cercheremo di fare del nostro meglio.

Inizierete la stagione da numeri 10 del ranking. Qual'è il vostro obiettivo stagionale?

Inizieremo la stagione da numeri dieci, ma per noi il ranking non è importante. A questo livello qualsiasi coppia può essere tra le prime posizioni e quindi per noi non è una sorpresa, ma possiamo fare meglio e cercare di mantenere la nostra classifica più alta. Per noi la prima posizione non è un obiettivo perché si tratta solo di un numero, il vero obiettivo è quello di alzare la nostra qualità ogni giorno.

E' l'anno olimpico. Se nomino Parigi 2024 cosa ti viene in mente?

Leggi anche:  Intervista esclusiva a Luca Calamai: “De Rossi resta alla Roma, ma la Viola non molla. Marotta è un genio, su Pioli dico che…”

Se nomini Parigi penso solo che dobbiamo qualificarci e andare lì per dare del nostro meglio. Le Olimpiadi saranno difficili perchè il livello è molto alto e non vediamo l'ora. Se non ci saranno infortuni e se saremo in forma, penso che possiamo fare un ottimo risultato.

La bacheca di Cherif parla da sola e tra i tanti successi possiamo evidenziare l'oro ottenuto ai Giochi Asiatici 2023, il bronzo di Tokyo 2020 e anche la posizione numero 1 nel ranking. Nonostante tutti questi trionfi, qual è il tuo obiettivo personale a breve e lungo termine? In quali aspetti deve migliorare lo Cherif giocatore?

Il mio obiettivo è quello di raggiungere un livello più alto, quindi migliorare ogni volta che c'è qualcosa da migliorare. Ci sono tante cose da migliorare perché nessuno è completo. L'aspetto fisico è buono, quindi forse dobbiamo migliorare il nostro gioco di lettura e le nostre abilità mentali. Credo che tutti debbano migliorare questo aspetto. L'aspetto mentale è importante al massimo livello.