La Corrida di San Geminiano oggi 31 gennaio a Modena

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui

Corrida di San Geminiano. Oggi, martedì  31 gennaio, festa del patrono di Modena, si corre la 43^ edizione della grande classica di corsa su strada sulla distanza di km 13,350. Anche quest’anno saranno in migliaia i runners che il invaderanno le strade della città. L’appuntamento è in viale Berengario a Modena, dove alle 14.30 partirà la corsa che toccherà le strade della città a partire da via Emilia e corso Duomo, nel cuore pulsante della Fiera di San Geminiano. Al via della Corrida ci sarà il consueto gruppo degli atleti keniani fra cui Paul Mwangi, atleta che ha corso nell’aprile 2017 a Milano la mezza maratona in 1.01.31, il connazionale Paul Tiongik, personale di 1.02.43 sulla mezza (Cremona 16/10/16), Daniel Ngeno, Michael Chelule e Victor Kiplangat, oltre agli ugandesi Albert Chemutai e Fred Musobo.

La Corrida di San Geminiano. Gli atleti italiani in gara

Fra gli italiani ci sarà Francesco Bona (Aeronautica), che nello scorso dicembre ha corso a Reggio Emilia la maratona in 2.14.59, il suo compagno di club Liberato Pellecchia che conosce bene il percorso visto che ha trascorso a Modena diversi anni sotto la guida del prof. Gigliotti. Debutterà alla Corrida Chevrier Xavier, azzurro specialista della corsa in montagna. In campo femminile esordirà alla Corrida, Elena Romagnolo che dopo la maternità sta rientrando ad alti livelli, come ha dimostrato alla recente Cinque Mulini dove è stata la prima fra le italiane. Con lei e dopo aver sfiorato la vittoria nel 2013 e nel 2014, anche la lombarda Sara Galimberti che torna a Modena e spera di rifarsi dopo il brillante esordio in maratona lo scorso dicembre. In gara anche Giovanna Epis che è stata più volte sul podio della corsa modenese, mentre alla prima apparizione modenese ci sarà Rosalba Console. Fra gli atleti di Modena ci saranno Alessandro Giacobazzi (Fratellanza) che in questa edizione può davvero puntare ad entrare nei primi dieci classificati e puntare a uno dei tre posti sul podio tutto italiano, come pure fra le donne Francesca Bertoni (Fratellanza) che può ambire a una delle prime posizioni. In gara anche il triatleta olimpico Davide Uccellari, più volte presente alla Corrida e gli altri giovani pavullesi (come Giacobazzi) Simone Colombini (Fratellanza) e Christine Santi (Esercito).

La Corrida di San Geminiano. Iniziativa benefica per i terremotati

A partire dalle 11.00 del 31 gennaio il PalaMolza si trasformerà nel centro logistico della Corrida, dove sarà allestita la segreteria che gestirà gli oltre 600 competitivi in arrivo da tutta Italia. Il ritiro pettorali infatti avverrà all’interno del palazzetto, sino all’inizio della gara che avverrà alle ore 14.30. Anche i pettorali non competitivi saranno in vendita presso il Pala Molza. Come tradizione tre sono le griglie alla partenza. Nella prima griglia potranno accedere coloro che hanno il pettorale rosso (solo 250 numeri) assegnati rispettivamente ai primi 200 della scorsa edizione ed a 50 pettorali assegnati da Renzo Finelli, coach della Fratellanza, agli atleti più in vista. La seconda griglia invece accoglierà tutti i competitivi dal pettorale 251 al 1000. Infine per i non competitivi l’accesso sarà invece dal  fondo di viale Berengario, dove sono attesi fino a 5000 partecipanti.
Non solo agonismola Fratellanza 1874 ha indetto una raccolta fondi da destinare alla ricostruzione di un impianto sportivo nelle zone colpite dal terremoto del centro Italia. In collaborazione con la Croce Rossa verrà scelto il progetto più idoneo al quale devolvere il ricavato. Tutti i partecipanti alla Corrida potranno devolvere una offerta negli appositi contenitori, ai quali la Fratellanza 1874 aggiungerà parte del ricavato della manifestazione.

  •   
  •  
  •  
  •