La scomparsa di Nadezhda Olizarenko

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui

L’ex atleta della Ucraina (o meglio della Unione Sovietica in quanto i suoi anni d’oro risalgono a prima del disfacimento della vecchia URSS) Nadezhda Olizareno è morta ieri all’età di 63 anni.
Era nata il 28 novembre 1953 ed è stata campionessa olimpica negli 800 metri a Mosca nel 1980 con il tempo di 1.53.43, stabilendo il record del mondi, è stata una delle atlete più forti del mondo negli anni ’80. Era il 27 luglio 1980 e la Olizarekno, dopo avere vinto nei giorni precedenti batteria in 1.59.3 e semifinale in 1.57.7, si impose nella finale superando le connazionali sovietiche Olga Mineyeva con 1.54.9 e Tatyana Providokhina con 1.55.5. Nella finale era presente anche l’italiana Gabriella Dorio che si classificò all’8° posto con 1.59.2.
Nelle stesse Olimpiadi moscovite la Olizarenko vinse anche la medaglia di bronzo nei 1500 con il tempo con 3.59.48, nella gara che fu vinta dalla fenomenale Tatyana Kazankina in 3.56.6.
Il titolo olimpico a Mosca è stato il successo più importante della sua carriera, ma ce ne sono stati altri, come la vittoria ai Campionati Europei di Stoccarda nel 1986 sempre negli 800 in 1.57.15.
I suoi primati personali rimangono di livello altissimo a distanza di 35 anni: 400 metri 50.96 (1980), 800 metri 1.53.43 (1980), 1500 metri 3.59.48 (1980). Detiene tuttora il primato mondiale della staffetta 4×800 con il tempo di 7.50.17, stabilito a Mosca il 5 agosto 1984.
La foto è tratta da sporting-heroes.net.

  •   
  •  
  •  
  •