Atletica leggera: Sara Simeoni, oggi il 40esimo anniversario del record mondiale di 2,01 nel salto in alto di Sara Simeoni

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Brescia, 4 agosto 1978, incontro internazionale Italia Polonia: Sara Simeoni, veronese di 25 anni, già da diversi anni tra le più forti saltatrici in alto del mondo (aveva vinto la medaglia d’argento alle Olimpiadi di Montreal 1976), primato personale e ovviamente record italiano con 1,97, realizzato a Kouvola l’11 luglio di quello stesso anno, dopo avere già dominato la gara, che vedeva in competizione l’altra italiana Sandra Dini e le atlete polacche Urszula Kielan e Danuta Bulkowska, che avevano superato la misura di 1,86 ma si erano arrese a 1,89, supera 1,93 alla seconda prova, come pure 1,98, nuovo record italiano.
Il primato mondiale era 2,00 ed era detenuto dalla tedesca dell’est, Rosemarie Ackermann, ex Witschas prima del matrimonio, che al meeting ISTAF a Berlino il 26 agosto 1977 aveva prima uguagliato a 1.97 il suo precedente primato che aveva ottenuto pochi giorni prima a Helsinki (14 agosto 1977) e poi al settimo salto aveva superato l’asticella a 2,00, prima donna al mondo.
Sara Simeoni, dopo avere superato 1,98, fece mettere l’asticella a 2,01. Il primo tentativo fallì di un’inezia, ma alla seconda prova l’asticella fu superata e Sara era la nuova primatista del mondo, un privilegio che prima di Sara, per un’atleta italiana era toccato solo, molti anni prima, alle ostacoliste Ondina Valla e Claudia Testoni negli 80 hs e qualche anno prima a Paola Pigni nei 1500 metri, specialità che muoveva allora i primi passi nel settore

La Simeoni, 27 giorni dopo il record di Brescia, ripetè la misura del record mondiale, vincendo a Praga il titolo europeo con 2,01, superando proprio la Ackermann, comunque sempre molto competitiva con 1,99.
Il record mondiale di Sara Simeoni resistette 4 anni, prima di cederlo alla tedesca dell’ovest Ulrike Meyfarth che nel 1982 ai Campionati Europei di Atene superò l’asticella a 2,02, in una gara in cui la Simeoni vinse la medaglia di bronzo con 1,97.
A livello nazionale il primato di Sara Simeoni, fu invece superato 29 anni dopo da Antonietta Di Martino che l’8 giugno 2007 a Torino arrivò a 2,02, per poi migliorarsi ancora a 2,03 a Milano il 24 giugno 2007 e al coperto con 2,04 il 9 febbraio 2011 a Banska Bystrica.

L’anniversario del record mondiale di Sara Simeoni ricorre in prossimità degli imminenti Campionati Europei di Berlino, in cui saranno in gara (mercoledì 8 agosto alle 18.25 con le qualificazioni, poi la finale venerdì 10 agosto alle 19.22) le italiane Elena Vallortigara, Alessia Trost e Desiree Rossit, con la prima delle 3, che recentemente a Londra ha superato la misura di Sara saltando 2,02 e candidandosi a una possibile medaglia a questi Campionati. In comune con Sara, Elena Vallortigara ha la regione di nascita, cioè il Veneto (Simeoni di Rivoli, provincia di Verona, Vallortigara di Schio, in provincia di Vicenza), mentre, a livello di carriera, non è sicuramente ancora paragonabile con i successi di Sara, in quanto, dopo importanti risultati a livello giovanile e un successivo periodo sofferto di alcuni anni, nel 2018 sta venendo fuori alla grande la sua determinazione e la ritrovata condizione fisica.

Le migliori misure in carriera di Sara Simeoni

2.01 SIMEONI (età 25) 19-4-53 1) Brescia 4 Ago 78
(2.01/2, 1.98/2, 1.93/2, 1.89/1, 1.86/1, 1.80/1)
2.01 Simeoni (25) 1) Praga 31 Ago 78
(2.03/xxx, 2.01/2, 1.99/1, 1.97/2, 1.95/1, 1.91/1, 1.85/1, 1.80/1)
2.00 Simeoni (31) 2) Los Angeles 10 Ago 84
(2.02/xx-rin., 2.00/1, 1.97/2, 1.94/1, 1.91/1. 1.88/p)
1.98 Simeoni (25) 1) Rieti 10 Set 78
1.98 Simeoni (25) 1) Palermo 17 Set 78
1.98 Simeoni (26) 1) Spalato 25 Set 79
1.98 Simeoni (27) 1) Torino 1 Giu 80
1.98 Simeoni (27) 1) Roma 5 Ago 80
1.98 Simeoni (29) 1) Formia 28 Ago 82
1.97 Simeoni (25) 1) Kouvola 11 Lug 78
1.97 Simeoni (27) 1) Mosca 26 Lug 80
1.97 (indoor) Simeoni (28) 1) Grenoble 22 Feb 81
1.97 Simeoni (29) 3) Atene 8 Set 82


  •   
  •  
  •  
  •