Europei atletica 2018: Lysenko fuori dai Campionati

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui

Gianmarco Tamberi – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

A sorpresa, Danil Lysenko, grande favorito del salto in alto per i Campionati Europei 2018 di Berlino, non è stato ammesso a partecipare alle gare.
Atleta della Russia, nato il 19 maggio 1997, Lysenko avrebbe dovuto partecipare ai Campionati di Berlino, come aveva preso parte ai Campionati Mondiali di Londra 2017 e ai Campionati Mondiali Indoor 2018 a Birmingham, con la qualifica di atleta neutrale. Infatti la Federazione Russa di atletica è sospesa dal 2015, quando un’indagine finanziata dall’Agenzia antidoping mondiale ha scoperto prove di doping sponsorizzato dallo stato. Agli atleti russi però, che non risultano coinvolti in indagini o sospetto di doping, è consentito gareggiare a titolo individuale nelle manifestazioni internazionali, con la qualifica di atleta neutrale.
Lysenko è stato un grandee protagonista nel salto in alto di queste 2 ultime stagioni: dopo avere vinto la medaglia d’argento a Londra nel 2017, ha vinto l’oro con il titolo mondiale ai Campionati Mondiali Indoor a Birmingham nel 2018. Nel corso della stagione estiva, nel corso del Meeting Herculis della Iaaf Diamond League a Montecarlo lo scorso 20 luglio, ha superato la misura di 2,40, pareggiando la misura che aveva ottenuto nella prima parte di stagione il campione mondiale Mutaz Essa Barshim, poi infortunatosi e quindi fuori dalle gare per tutta la stagione-
Per il salto in alto quindi non si intravedeva alcun atleta capace di minacciare la leadership in Europa di Danil Lysenko.
Invece è arriva l’inaspettata notizia che all’atleta russo è stato revocato lo status di atleta neutrale (e quindi ammesso alle competizioni internazionali) in quanto non ha rispettato gli obblighi imposti dalla Iaaf, in particolare non è riuscito a “fornire le informazioni sui luoghi di permanenza come richiesto”, aggiungendo che non si è reso disponibile per i test di fuori competizione della Athletics Integrity Unit.
Le prospettive per la gara di salto in alto maschile di Berlino, in programma giovedì 9 agosto come qualificazioni e con la finale sabato 11 agosto alle ore 20.00, possono cambiare anche per Gianmarco Tamberi, campione mondiale indoor e campione europeo uscente nel 2016, nella stagione che lo vide salire fino a 2,39 (proprio all’Herculis di Montecarlo), prima di infortunarsi seriamente alla caviglia, in cui fu operato e che non gli ha ancora consentito di ritornare alle quote stratosferiche di 2 anni fa.
Un atleta del suo calibro, pur partendo da un 2,27 come migliore misura stagione, potrebbe essere in lizza per il podio.
In Europa, nel 2018, oltre al 2,40 di Lysenko (Montecarlo 20 luglio), troviamo fra i probabili atleti in gara a Berlino Dzmitry Nabokau (Bielorussia) con 2,36, Fabian Delryd (Svezia) con 2,33, Maksim Nedasekau (Bielorussia) con 2,32, Konstantinos Baniotis (Grecia) e Mateusz Przybylko (Germania) con 2,31, Aperen Acet (Turchia) e Ilya Ivanyuk (Ana) con 2,30.
Questi i risultati di Tamberi nelle gare disputate nel 2018:
2.27 (5) Montecarlo 20 luglio
2.26 (7) Szekesfehervar 2 luglio
2.25 (9) Losanna 5 luglio
2.20 (7) Buhl 22 giugno
2.12 (10) Viersen 8 luglio
Questi invece i suoi migliori risultati in assoluto:
5 luglio 2016: 2,39 (1) Montecarlo – Herculis
13 febbraio 2016: 2,38 (1) Hustopece
2 agosto 2015: 2,37 (2) Eberstadt
6 marzo 2016: 2,36 (1) Ancona – Campionati Italiani Indoor
19 marzo 2016: 2,36 (1) Portland – Campionati Mondiali Indoor
26 giugno 2016: 2,36 (1) Rieti – Campionati Italiani Assoluti
4 febbraio 2016: 2,35 (1) Banska Bystrica
1 luglio 2015 : 2,34 (1) Colonia
7 febbraio 2016: 2,33 (1) Trinec
10 luglio 2016: 2,32 (1) Amsterdam – Campionati Europei
8 luglio 2012: 2,31 (1) Bressanone – Campionati Italiani Assoluti
6 febbraio 2013: 2,30 (1) Banska Bystrica
6 settembre 2015: 2,30 (1) Padova
2 giugno 2016: 2,30 (3) Roma – Golden Gala

  •   
  •  
  •  
  •